Magazine Calcio

Con Lukaku e Sanchez, occhio agli ultimi colpi: l’Inter è di Conte

Creato il 18 agosto 2019 da Emanuele De Scisciolo

L’inter è pronta a chiudere gli ultimi colpi del suo mercato, quello deciso da Conte e realizzato da Marotta, quando manca davvero poco alla sua definitiva chiusura estiva. Partendo dal colpo di scena Dzeko, inseguito per mesi e poi sfumato, i nerazzurri possono esultare per l’arrivo del grande obiettivo Lukaku così come sta succedendo adesso che Alexis Sanchez starebbe muovendo il proprio ritorno in Italia, paese che lo lanciò ai tempi dell’Udinese. Un altro vecchio pallino del tecnico, fin dai tempi della Juventus, quando il cileno poi si accasò all’Arsenal invece di raggiungerlo a Torino. Oggi, finalmente, il colpo può essere realizzato: meno stazza fisica di Dzeko, questo è sicuro, ma più velocità e sicuramente tanta qualità da mettere in campo per aumentare lo spessore tecnico di questa nuova Inter, lontana dai preconcetti spallettiani e più vicina ad una concretezza reale da dimostrare poi sul campo, ora che i giochi stanno per incominciare.

LE OCCASIONI – Un mercato che non si è certo fermato e che da un cileno passa ad un altro – e sempre di vecchi pallini parliamo – con Arturo Vidal che adesso è cosa facile da agganciare. Scaricato dal barca di Valverde, i nerazzurri potrebbero affondare il colpo già la prossima settimana, con il giocatore che avrebbe accettato di buon grado l’idea nerazzurra di Conte, pronto a tornare in Italia da uno dei suoi tecnici preferiti, da sempre. Da limare i dettagli con il Barcellona, che potrebbe aiutare l’Inter con l’ingaggio pur di lasciar partire il centrocampista. Poi l’altra occasione low coast rappresentata dall’altro attaccante, Fernando Llorente, che voleva proprio la Roma quando Dzeko era un ‘sicuro partente’. Affare che si può chiudere velocemente, con 3 milioni a stagione per 4 anni. La paura resta la durata del contratto, ma sono solo dettagli, se l’Inter e Conte sono sicuri ecco che un altro innesto in attacco potrebbe esserci nelle prossime ore ed il reparto sarebbe davvero al completo. Queste le grandi occasioni dell’ultimo minuto, quelle che all’Inter vanno bene e che vorrebbe formalizzare prima della scadenza del mercato, un mercato rivolto all’inseguimento degli altri grandi obiettivi scelti dal nuovo tecnico.

OBIETTIVIMilinkovic Savic prima e Milik poi. Partiamo dal polacco, utile e gradita contropartita alla cessione Icardi. Piace a Conte e piace alla piazza e sarebbe un investimento niente male per favorire la cessione dell’escluso argentino, cosa che allontanerebbe anche la Juventus la quale, senza Dybala (e l’Inter è stata chiara), non potrà mai arrivare a Maurito. Milinkovic-Savic? Che centrocampo per Conte se arrivasse il serbo, ma la pratica non è certo facile e Lotito non cerca la cessione, non chiede plusvalenze e, unico fattore positivo, non esclude un addio. Certo, ai suoi termini, o sarà l’ennesimo nulla di fatto. Troppi incastri e troppe spese per pensare di riuscire a chiudere l’affare in due settimane, anche se se ne parla già da molti giorni, un sogno, il laziale, che adesso appare sinceramente di difficile realizzazione e che può essere giustificato dall’arrivo delle altre occasioni, come Vidal per esempio. Questa è l’Inter 2.0, quella decisa da Conte, quella che pian piano sta tentando in tutti i modi di ridurre il gap con la prima della classe e che possa giocarsi un nuovo campionato da protagonista, come la storia impone.

E gli altri obiettivi? Ecco la raffica nerazzurra tra entrate ed uscite >>>CONTINUA A LEGGERE

L'articolo Con Lukaku e Sanchez, occhio agli ultimi colpi: l’Inter è di Conte proviene da Footballnews24.it.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog