Magazine Cultura

» Consigli Natalizi: alcuni libri da poter regalare a chi ami.

Creato il 17 dicembre 2019 da Marta @M_Sognatrice

» Consigli Natalizi: alcuni libri da poter regalare a chi ami.

Il tempo è come sempre volato e ormai manca veramente poco a un nuovo Natale.
Da domani fino al 28 Dicembre il mio blog va in pausa. 
Si torna a casa a trovare la famiglia e sicuramente non voglio perdere nemmeno un minuto. Voglio passare del tempo con i miei cari, voglio rivedere e restare ammaliata come sempre dai paesaggi che amo e nei quali sono cresciuta, voglio godermi le mie gattine. E quindi, mi fermo per un po’. Anche se mi potete trovare sul mio Instagram. Lì cercherò di dedicare qualche minuto, con qualche foto a tema, o chissà.

Tutto il mondo dei BookBlogger sta fornendo i propri consigli per regalare dei libri a Natale, e volevo contribuire anche io, a mio modo, con letture che ho tanto amato o altre che voglio fare molto presto! Dividerò tutto in temi e generi, per andare incontro più o meno a tutti i gusti affini ai miei.

Perché per me non c’è niente di più bello a Natale che regalare un libro o comunque qualcosa fatto da noi, un regalo sentito, e non fatto a forza.

Iniziamo subito!

Libri per bambini o per gli adulti che vogliono ritrovare la magia tipica dell’infanzia. 

Non si dovrebbe mai perdere il bambino che abbiamo dentro!

» Consigli Natalizi: alcuni libri da poter regalare a chi ami.
  • I primi libri che consiglio assolutamente sono le nuove pubblicazioni bellissime e molto creative de l’Ippocampo Edizioni: Il Giardino Segreto, Alice nel Paese delle Meraviglie, Il libro della giungla, sono classici da non perdere, e in queste nuove vesti, grazie alla creatività di MinaLima Design, sono il regalo giusto sia per grandi che per bambini!
    All’interno oltre a una splendida impaginazione, ci sono anche lettere, disegni, creazioni con le quali puoi in un certo senso “giocare”, così da avere un libro anche interattivo e immergerti completamente nella storia che stai leggendo.
    Io ho letto, recensito e amato tantissimo il Giardino Segreto ma non vedo l’ora di recuperare i seguenti e di poter avere tutta la collezione, un giorno. Sì, quel pazzo del mio ragazzo ha deciso di fare gli altri acquisti, ma… quanto sono belli da vedere?
  • Altro acquisto recentissimo del mio ragazzo – e della sua passione per le Prime Edizioni – è Willy Wonka e la fabbrica di cioccolato, di Roald Dahl. Conosco e amo la storia, ma ammetto di non aver mai letto il libro. È tempo di recuperare! E quale occasione giusta se non sotto queste magiche feste?
  • Poi, non posso non consigliare Michael Ende: mi sono innamorata e persa nel mondo di Fantasia con la Storia Infinita, e ho seguito le avventure della piccola, dolce Momo. Sono libri che restano nel cuore e che anche se possono essere rivolti ai più piccoli, in verità possiedono al loro interno anche insegnamenti per gli adulti. Non possono mancare nelle vostre librerie!
  • Classicone intramontabile che ho letto negli ultimi anni e mi è rimasto nel cuore è… Il mago di Oz, di L. Frank Baum. Da leggere, conservare, rileggere, amare. Io mi sono sentita tanto in sintonia con il Leone e la sua mancanza di coraggio. Spesso mi sento persa come lui, ma poi… pian piano, riesco a reagire. Dobbiamo trovare la forza in noi.
  • Altro libro ormai ritenuto un classico è Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare di Luis Sepùlveda. Come non conoscerlo? Come non amare questo gattone che si prende cura di una piccola gabbianella e le insegnerà passo dopo passo a volare e credere in sé? Una storia magica, anche sul valore dell’amicizia, nonostante la diversità.
  • Di Ernest e Celestine di Daniel Pennac ho un ricordo colmo di dolcezza. Anche qui si parla di un’amicizia forse assurda, perché si tratta di un legame di due esseri molto diversi, provenienti da mondi totalmente differenti. Ma questi due protagonisti mi hanno scaldato il cuore e lasciato un sorriso che profuma di tenerezza. Un libro splendido.
  • Olga di Carta, di Elisabetta Gnone è il primo libro che ha come protagonista una bambina che racconta storie e, attraverso i suoi racconti, aiuta moltissimo i suoi amici. Anche questa lettura mi è piaciuta moltissimo, mi ha lasciato addosso un senso di dolcezza molto forte. C’è un viaggio di formazione che aiuta un po’ tutti a comprendere che ognuno di noi è unico, ogni di noi ha una dote, basta scovarla e crederci. Sta propria nella nostra unicità la nostra bellezza.
  • Infine, un classico per eccellenza, perfetto per questo periodo magico: Canto di Natale di Charles Dickens. 
    Noi abbiamo trovato questa bellissima edizione in inglese, in verità una versione per bambini, ma non mi interessa. Voglio provare a leggere in lingua, e non essendo esperta è sicuramente un ottimo inizio.
    Di questo libro trovate molte edizioni. Cercate quella che più vi piace, che fa per voi, e immergetevi nella storia del burbero Scrooge e degli spiriti dei natali passato, presente e futuro.

Passione Graphic Novel!

Ho scoperto da pochi anni il piacere di questo genere e… ormai mi sto appassionando. Vi consiglio alcuni titoli che ho letto e amato, regali perfetti per chi ha voglia di una lettura che prenda poco tempo, ma che regali ugualmente bellissime emozioni.

» Consigli Natalizi: alcuni libri da poter regalare a chi ami.

  • Non stancarti di andare, di Teresa Radice e Stefano Turconi, è stato l’ultimo graphic novel che ho letto, ed è sicuramente tra le letture più belle dell’anno. È una storia ricca, di emozioni, di vita, di amore, di speranza, di paura, di passato, ma anche di guerra e tristezza. Ci sono elementi molto forti, ma anche tanti insegnamenti. È un libro che mi ha commossa e ha scatenato tante emozioni nel mio cuore. Un libro da leggere, assolutamente. Molto attuale. Molto importante.
  • Il buio oltre la siepe, un adattamento di Fred Fordham.
    Questo è l’adattamento di uno – se non il – dei miei libri preferiti. Una di quelle letture che consiglierò sempre, in ogni momento, per ogni festa e occasione, o anche semplicemente perché così mi va. Quella di Scout, di suo fratello, del suo meraviglioso padre Atticus è una storia splendida, anche e soprattutto sul senso di giustizia. Atticus è il mio personaggio preferito della letteratura.
    I disegni di queste tavole li ho trovati molto molto belli, e riprende perfettamente la storia di Harper Lee. Un ottimo lavoro.
  • La Fattoria degli animali, adattamento di Odyr. 
    Un classico importante, e molto forte. Un distopico che ti fa arrabbiare.
    In questo caso i disegni mi son piaciuti meno, perché molto particolari. Ma l’ho trovato ugualmente molto bello. Da leggere. Da avere. Se volete iniziare a leggere di Orwell ma vi fa un po’ paura, vi consiglio di provare con questo graphic novel. Poi… però, passate ai suoi libri.
  • Vincent Van Gogh la tristezza durerà per sempredi Barilli e Sakka.
    Quanto ho amato questo graphic novel? Tanto, tantissimo. Certo, come tema forse non è perfetto per il Natale, ma quest’opera è di una bellezza tale, che risulta essere un perfetto regalo sia per gli amanti di Vincent Van Gogh o dell’arte in generale, sia per chi ama le tinte un po’ cupe, tristi, ma che lasciano il segno.
  • Altra scoperta meravigliosa, è il Graphic Novel su Primo Levi di Matteo Mastragostino e  Alessandro Ranghiasci. Un bellissimo e commovente omaggio a Primo Levi, che si ritrova ormai anziano a raccontare la sua terribile testimonianza a dei ragazzi di una scuola. Mai, mai dimenticare. Soprattutto in questi momenti un po’ fragili, dove spettri del passato sembrano tornare e fanno paura.

Fiabe, miti, leggende.

Uno dei generi che amo di più. Mi piace molto scoprire anche l’altra metà delle fiabe, conoscere, apprendere. Se anche voi siete amanti del genere, ve ne consiglio un po’!

» Consigli Natalizi: alcuni libri da poter regalare a chi ami.

  • Miti del nord, di Neil Gaiman, in verità è una prossima lettura. Ma se siete anche voi affascinati dai miti del Nord, di Odino, Thor, Loki ecc, secondo me può essere il regalo giusto. Questa è una riscrittura di quei miti, a opera di Neil Gaiman. Ho tanta voglia di leggere alcuni suoi lavori, sicuramente è un ottimo inizio. No?
  • Nell’antro dell’alchimista, di Angela Carter.
    Anche qui non so dirvi ancora molto, se non che mi attrae fortemente. È stato un regalo meraviglioso per il mio compleanno da parte delle mie due migliori amiche, e io lo consiglio come regalo di natale. Angela Carter mi piace molto come scrittrice. Siamo di fronte a un libro che racchiude una riscrittura delle fiabe classiche in chiave moderna. Dalla trama si parla anche di femminismo.
  • Iperborea ci regala sempre delle fiabe della cultura nordica. Sul loro sito ne potete trovare diverse: io ho e ho letto le Fiabe Islandesi e quelle Norvegesi. Storie forse ripetitive, ma per gli amanti del genere, non possono mancare alla propria collezione. Poi il formato è sempre molto curato e bellissimo da vedere.
  • L’altra metà delle fiabe, a cura di Antonella Castello è uno dei libriccini di Abeditore che più amo. Vengono messe a confronto le più conosciute fiabe rielaborate successivamente da Perrault, e l’altra metà… ossia quella narrata prima da Giambattista Basile, autore napoletano, che ha messo per iscritto le fiabe popolari tramandate oralmente, per destinarle al divertimento delle corti. Quindi non più storie per bambini, ma per adulti. Un volumetto davvero degno di nota!
  • Sempre sul concetto di “altra metà delle fiabe” vi consiglio anche un saggio, di Pamela L. Travers, ebbene sì, proprio la mamma di Mary Poppins: La sapienza segreta delle Api. L’ho concluso da poco, e ve lo consiglio. Io l’ho trovato davvero interessante, pur non essendo una grande lettrice di saggi.

Amore, famiglia, sentimenti.

Storie d’amore, storie di famiglia con tutti i problemi da affrontare, storie d’amicizia. Libri che non possono mancare, perfetti per chi ha voglia di vita vera, anche in un libro.

dav

  • L’amica Geniale (e tutto il ciclo), di Elena Ferrante.
    Lo so, lo so, sicuramente arrivo tardi, e ho letto solo il primo volume per consigliarlo tutto, ma la scrittura della Ferrante mi ha rapita. Sono tra gli amanti di questa trama, e se amate le storie di vita vera, di amicizia, di complessità, di problemi, ambientata a Napoli, be’, non potete non regalarla. Il prossimo anno poi esce la seconda stagione, e quindi devo recuperare al più presto il secondo volume!
  • È ora di riaccendere le stelle, di Virginie Grimaldi. 
    Una storia di famiglia. Una madre e le sue due figlie. Rapporti difficili da recuperare. E poi un viaggio verso il nord, che sarà anche un viaggio nel tentativo di ricostruire una famiglia che rischia di sgretolarsi, di fare rivelazioni importanti. Un viaggio bellissimo.
  • Una volta è abbastanza, di Giulia Ciarapica.
    Storia di famiglia, il primo di una trilogia.
    Marche, lavoro, due sorelle che si contendono un uomo. Ho già detto Marche? Ah sì, è la mia regione, la mia amatissima casa, e Giulia riesce a rendere perfettamente questo nostro amore per un luogo di cui forse si parla poco, ma che ha molto da donare. È un esordio bellissimo, che consiglierò sempre.
  • Le pagine della nostra vita, di Nicholas Sparks.
    Di Sparks ho letto solo questo libro, ma è una delle storie d’amore che più amo e più mi fa commuovere. Quindi, anche questo è un consiglio che darò sempre a chi potrebbe chiedere delle storie d’amore. Un amore che fa sognare, ma anche commuovere. Bello. Tantissimo.
  • La moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo, di Audrey Niffenegger.
    Un’altra lettura recente, un’altra bellissima storia d’amore, ma anche di fantascienza. Lui viaggia nel tempo, lei lo incontra da bambina e lo amerà per sempre. Una storia difficile da vivere, a tratti impossibile, eppure il loro legame sarà molto forte. Un libro bello, da regalare a tutti coloro che vogliono sognare con un amore che oltrepassa le leggi del tempo e dello spazio, e che amano anche un pizzico di fantascienza con un’originale rielaborazione dei viaggi nel tempo.
  • Un giorno, David Nicholls. 
    Ancora non sono riuscita a leggerlo, ma ho visto più volte il film. E niente, solo a pensarci, piango. Anche qui c’è una storia d’amore, forse un po’ particolare, e anche qui ci si commuove. Perfetto per le anime più romantiche, che però vogliono anche lasciarsi andare alle lacrime. Perché si piange, se è come il film.

Classici, vi amo.

Chi non ama i classici? Ce ne sono per tutti i gusti. Io vi do qualche consiglio, ma ne amo molti altri! 

» Consigli Natalizi: alcuni libri da poter regalare a chi ami.

  • Via col vento di Margaret Mitchell.
    Un libro completo. Un romanzo meraviglioso. Nonostante la mole, a me non è mai pesato. Fatevi condurre dall’impetuosa Rossella nel suo mondo, innamoratevi di Rhett. Tra queste pagine c’è tutto, tutto! Dall’amore, alla gelosia, dalla storia, alla morte, dall’amicizia, al tradimento. Tutto. Uno dei classici che amo di più.
  • Orgoglio e Pregiudizio, di Jane Austen.
    Insieme a Persuasione è il mio romanzo preferito della Austen, e chi non l’ha ancora letto, lo deve assolutamente recuperare e regalare. E poi, c’è Mr Darcy. Un altro dei miei personaggi letterari preferiti, di cui non puoi non innamorarti se riesci a superare il suo orgoglio.
  • Il Grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald.
    Innamorata del film con Di Caprio, ho voluto recuperare il libro, e niente, finisci anche per provare qualcosa per questo uomo assurdo che fa di tutto per recuperare la donna che ama, per far rivivere un passato che però, purtroppo, non può più tornare. Se avete amato il film, recuperate il libro. Sempre.
  • Le notti bianche, di Dostoevskij. 
    A tutte le anime sognatrici, un po’ come me. È l’unico libro che ho letto dell’autore e, pur non essendo una grande amante dei romanzi russi, quest’opera mi ha toccato molto. Sicuramente, per me, è un ottimo inizio, se non volete subito buttarvi su volumoni grandi. Una lettura breve, che lascia il segno.
  • Il buio oltre la siepe, di Harper Lee.
    Eccolo qui, che ritorna. Ve l’ho detto che è un romanzo che amo, e amerò sempre e sempre consiglierò. Non mi ripeto. Solo, Leggetelo e regalatelo!
  • E poi, ancora una volta vi consiglio i volumetti piccoli ma bellissimi dell‘Orma Editore. Libri cartoline, da spedire e regalare. Io ne ho quattro: Austen, Charlotte Bronte, Leopardi e Shakespeare, ma ce ne sono molti altri! Scovateli e regalateli!

Fantasy e Fantascienza

Uno è un genere che amo moltissimo, l’altro lo sto scoprendo solo di recente. 
In foto trovate solo alcuni titoli che vi consiglio, per ora. Ma ce ne sono molti di più. Solo che alcuni non li ho cartacei, altri li devo ancora leggere. 
Tolkien in foto non c’è, ma TOLKIEN VA LETTO, REGALATO, AMATO (non nella nuova traduzione, grazie.)

» Consigli Natalizi: alcuni libri da poter regalare a chi ami.

  • Marion Zimmer Bradley – lasciandola perdere come persona o per ciò che ha fatto – è una delle mie autrici fantasy preferite. In foto vi consiglio i libri che più ho amato, ma è ovvio che per me tutta la saga di Avalon vada letta. Ma Le Nebbie di Avalon e le Querce di Albion – (attualmente ritradotto ne La casa nella foresta, se non erro) – sono libri meravigliosi. Per tutti gli amanti del fantasy-storico, per chi ha voglia di scoprire donne molto forti, per chi ama le saghe arturiane, viste però qui dalla parte delle donne – soprattutto della mia amata Morgana -. Tanti sono i motivi per leggerla e regalarla. Io ho delle versioni vecchie, ma sono stati ristampati questi due volumi, se volete.
  • Classico Distopico che più amo al momento è sicuramente 1984 di Orwell. Mi ha fatto molto male, ma lo consiglio. Assolutamente. Per gli amanti del genere, non può essere lasciato da parte.
  • Quest’anno ho finalmente letto Fahrenheit 451 di Ray Bradbury, altro distopico/fantascientifico che fa molto male. Un genere allegro, eh? Ma anche in questo caso lo consiglio, però siate pronti a leggere di libri che vengono bruciati. Ho ancora i brividi.
  • Guida Galattica per gli autostoppisti, di Douglas Adams è un fantascientifico assurdo, nonsense, ma una pietra miliare del genere, no? Ogni volta che andavo avanti con la lettura, mi domandavo: MA CHE COSA STO LEGGENDO? Sì, è assurdo, molto assurdo, e dirò ancora una volta assurdo, ma se amate il genere, è un regalo perfetto.
  • Hoka Sapiens di Poul Anderson e Gordon Dickson.
    Il mio primo libro di fantascienza. Ma quanto sono adorabili gli Hoka Sapiens? Immaginate degli alieni simili a orsetti che cercano di emulare tutti i film, libri, o altro ancora visti nel mondo dei terrestri. Ecco, vi ritroverete a ridere parecchio. Forse gli unici alieni che sopporto.
  • Il racconto dell’ancella, di Margaret Atwood.
    Libro che ho attualmente in lettura. Altro Distopico, altro dolore. Qui anche più intenso, perché se siete donne vi tocca profondamente. Scritto molti anni fa, è così attuale! Mi sta piacendo tantissimo, ma più di una volta ho provato una tale rabbia, che avrei urlato. Bello, però.

Altri consigli e poi baaasta! Ma sono libri belli, belli, belli!

Consigli vari. Libri che ho amato tantissimo. Libri da regalare. 

» Consigli Natalizi: alcuni libri da poter regalare a chi ami.

  • Efemeridi, storie, amori e ossessioni di 27 grandi scrittori, di Cesare Catà.
    Uno di quei libri che consiglio a tutti. Adoro il modo di scrivere e spiegare di Catà.
    Momenti, istanti, ore e giorni delle vite di alcuni tra i più importanti scrittori.
    Quei momenti che hanno portato a delle scelte, che hanno influenzato le loro vite, conducendoli al successo o alla perdizione, all’abisso.
  • Le nostre anime di notte, Vincoli, e aggiungo anche La Trilogia della Pianura, di Kent Haruf sono libri meravigliosi, che profumano di vita. La vita semplice, uomini e donne che potremmo conoscere. Ho amato ogni singolo libro. E anche qui mi sono commossa. Sono dei regali perfetti per chi ha voglia di storie apparentemente semplici, ma che in verità sono un vero e proprio regalo al cuore, alle emozioni.
  • Barriera per conigli, di Dorsi Pilkington.
    Una storia vera, scoperta per caso grazie a un film.
    Una realtà storica che fa male.
    Bambine aborigene australiane che venivano strappate dalle proprie famiglie, per essere rieducate alla maniera dei bianchi, per poi finire come serve nelle loro case.
    Eppure, tre bambine riescono a fuggire e tornare a casa. E questo è il loro viaggio.
    Quanto male ha fatto e continua a fare l’essere umano? Da leggere, anche per informarsi su un altro di quei crimini di cui forse si sa poco.
  • Infine, altri due libri di Abeditore, perché sì.
    Sono volumi piccoli, ma creati in maniera attenta e ricercata. Belli da vedere e da leggere, perfetti per essere regalati a chi ha voglia di storie più cupe, o che mettono i brividi.
    Vi consiglio quindi: Finché morte non vi separi, storie di amore e di morte; e La casa delle bambole infestata e la Mezzatinta, due racconti molto simili per tema, di M. R. James, che potranno farvi provare un brividino lungo la schiena.

E dopo due ore e più di 3000 parole, direi che mi fermo qui.
Vi ripeto, sono solo alcuni libri che consiglio. Ce ne sarebbero molti di più.
Ma, se ancora siete alla ricerca di regali, questi sono i miei piccoli consigli di libri che ho letto o che leggerò a breve e ho in casa.

A presto,
E buone feste a tutti voi!


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog