Magazine Società

Continua a scendere il livello del lago Maggiore, ancora siccità

Creato il 27 marzo 2019 da Stivalepensante @StivalePensante

Con l'inizio della primavera e con la bella stagione ormai alle porte, sono poco confortanti i dati che giungono dal lago Maggiore rispetto al "fattore siccità", che pare destinato a ripresentarsi come già avvenuto diverse volte negli ultimi anni.

A tale proposito è la Navigazione Lago Maggiore ad aver lanciato, alcuni giorni fa, il primo segnale di preoccupazione in merito allo stato del Verbano. L'ente ha infatti emesso il divieto di imbarco sui traghetti dei mezzi pesanti, per quanto concerne la tratta Laveno Mombello-Intra, ora accessibile solo a veicoli fino a 380 quintali.

Solo qualche giorno fa, il riferimento è alla giornata di domenica, è stata raggiunta la soglia dei 6 centimetri sopra lo zero idrometrico, quella che gli strumenti di monitoraggio definiscono come prima soglia di magra. In altre parole, a poco sono servite le piogge di inizio mese e la stima attuale, secondo gli esperti, è di dieci centimetri da incamerare, mentre lo scorso 15 marzo è entrato in vigore il limite estivo di regolazione, 135 centimetri sopra lo zero, al momento decisamente lontano.

A soffrire dell'assenza di precipitazioni non è solo il lago Maggiore, visto che, fatta eccezione per il lago di Garda, le medesime problematiche stanno coinvolgendo anche altri due tra i principali bacini del nord Italia: lago di Como e lago d'Iseo. La prospettiva guardando alle prossime settimane non è delle migliori. E con l'inizio di aprile scatterà inoltre per il territorio la stagione irrigua.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog