Magazine Informazione regionale

Corruzione. A Lecce arrestato il sostituto procuratore. Sesso in cambio di favori

Creato il 06 dicembre 2018 da Vivicentro @vivicentro

Una richiesta della procura di Potenza ha portato a vari fermi, tra cui quello del Sostituto Procuratore di Lecce Emilio Arnesano: avrebbe chiesto favori sessuali in cambio di aggiustamenti dei procedimenti.

Gli arresti, nel complesso, sono stati sei per:

  • corruzione in atti giudiziari,
  • induzione a dare o promettere utilità a pubblico ufficiale,
  • abuso d’ufficio.

L’inchiesta è della Procura di Potenza, competente sui magistrati del distretto della Corte d’Appello di Lecce, perché tra gli arrestati c’è anche il sostituto procuratore Emilio Arnesano. Lui e un dirigente della ASL sono in carcere, ai domiciliari gli altri quattro.

Sotto sequestro:
  • una piscina oggetto di un procedimento penale,
  • un’imbarcazione ritenuta profitto del reato di corruzione

L’inchiesta riguarda anche i presunti favori e prestazioni sessuali ottenuti dal pm.

Tre gli episodi contestati. In particolare il rapporto, definito negli atti corruttivo consolidato e duraturo, con un avvocato, una donna. Il magistrato secondo gli inquirenti pilotava procedimenti in cui gli indagati erano assistiti dalla legale e avrebbe anche agevolato l’esame di avvocato sostenuto da una giovane collega.

SUD – CRONACA –  ATTUALITÀ

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Corruzione. A Lecce arrestato il sostituto procuratore. Sesso in cambio di favori


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :