Magazine Viaggi

Cosa vedere a Trento in un giorno, un trekking urbano per il centro

Creato il 02 febbraio 2017 da Pizzo76
Con l'occasione dei mercatini di Natale ho avuto modo di vedere per bene e con calma la città di Trento. Questa non è la mia prima visita al capoluogo trentino, ma di sicuro è la giornata in cui ho più tempo a disposizione, visto che utilizzo l'auto per arrivare. Sembra incredibile, ma la macchina è risultata alla fine molto più economica di Trenitalia. Punto di partenza della nostra visita di Trento è piazza del Duomo, il cuore monumentale e storico di Trento. Nell'ampio spazio, quasi quadrato, si affacciano il Duomo, il merlato palazzo Pretorio con la torre Civica, la fontana del Nettuno e le belle case Cazuffi Rella con le facciate affrescate.Avvicinandoci al Duomo osserviamo una larga striscia di marmo: questa striscia indicava il percorso della Roggia grande che in passato segnò il confine tra potere religioso e civile.

trento cosa vedere

il Duomo di Trento


trento cosa vedere

la facciata affrescata di casa Cazuffi Rella


DUOMO DI S.VIGILIOPotere religioso che si nota subito dalla possente mole del Duomo, dedicato a S. Vigilio, la cui parte più bella è quella che dà sulla piazza, una galleria ad arcatelle su colonnine che prosegue nel transetto, dal rosone del transetto stesso detto ruota della fortuna e dal cinquecentesco protiro a marmi bianchi.

trento cosa vedere

piazza del Duomo


trento cosa vedere

interno del Duomo S. Vigilio

L'interno colpisce per le sue forme gotiche dove singolari scale rampanti a logge salgono dalle navate laterali alle due torri campanarie e all'altissima galleria sopra il rosone. Un uomo intento alla manutenzione della chiesa ci fa brevemente da cicerone e ci racconta che le scale non hanno alcuna uscita, probabilmente chi le costruì non finì il progetto e rimasero solo per bellezza.Usciti dal Duomo abbiamo modo di vedere un altro simbolo di Trento, la fontana del Nettuno con il vicino palazzo Pretorio.

duomo di trento

stile gotico


trento cosa vedere

la fontana del Nettuno


CENTRO STORICO
Iniziamo ad esplorare Trento prendiamo  l'elegante via Belenzani, fiancheggiata da palazzi signorili dalle facciate affrescate come quella del palazzo Colico, riconoscibile per il portale sormontato da trifora.

trento cosa vedere

dettagli del centro storico di Trento

Alla fine di via Belenzani troviamo la chiesa di San Francesco Saverio, uno dei pochi esempi di barocco a Trento e dove facciamo una piccola sosta per ammirare l’interno. Proseguiamo per via Manci, ricca di palazzi rinascimentali, tra cui il palazzo Galasso, detto anche il palazzo del diavolo, di cui scrisse Goethe, ricordando la leggenda secondo la quale sarebbe stato costruito in una sola notte, dal diavolo in persona.

trento cosa vedere

palazzo Galasso

Continuiamo sempre dritto ed entriamo nella parte medievale della città. Una zona anticamente conosciuta come Contrada Tedesca che vanta notevoli abitazioni antiche, portici, sporti lignei e ferrei battuti con diversi balconi.

CASTELLO DEL BUONCONSIGLIOPochi minuti a piedi e raggiungiamo il castello del Buonconsiglio, simbolo del potere secolare dei Principi Vescovi che lo scelsero come residenza e ora importante museo provinciale, che consiglio di visitare. Ammiriamo da subito il castello dall'esterno: notiamo la parte più antica, il Castelvecchio, la parte aggiunta nel cinquecento, il Magno Palazzo e la Giunta Albertina in stile barocco. Al termine si erge la torre dell’Aquila che visiteremo più tardi durante la visita agli interni.

trento cosa vedere

castello del Buonconsiglio

Visita che comprende molti ambienti come ad esempio il cortile, aperto da tre ordini di loggiati, la loggia gotico-veneziana affacciata alla città, la sala dei vescovi e la loggia del Romanino con gli splendidi affreschi che ritraggono episodi biblici e mitologici. Per me, comunque, rimane sempre la Torre dell'Aquila la parte più bella di tutto il castello del Buonconsiglio. Per accedervi bisogna pagare unsupplemento di circa € 2,00 sul prezzo del biglietto e l'entrata è ad orari fissi. Abbiamo avuto la fortuna di visitarla subito appena preso il biglietto: i turni successivi erano tutti prenotati da una scolaresca e non sarebbe stato più possibile visitarla per il resto della giornata. Sarebbe stato davvero un peccato non vedere questo gioiello medievale, consiglio di fare un colpo di telefono prima di partire e verificare la disponibilità.Ma cosa c'è di tanto interessante nella torre dell'Aquila? Lo straordinario ciclo dei Mesi, dipinto alla fine del Trecento da un anonimo pittore e capolavoro del gotico internazionale, che racconta la vita trentina del XIV secolo. Con il naso all'insù si ammirano scene di lavori contadini e aristocratici svaghi, rappresentati nell'avvicendarsi delle stagioni, dei mutamenti della natura, delle opere dell'uomo. Peccato non poter fare foto (avevo mandato una mail se era possibile avere un permesso per fare foto, manco una risposta :(((  ).



trento cosa vedere

la parte del Castelvecchio con la torre d'Augusto


castello del buonconsiglio trento

interni del Castello del Buonconsiglio


Continuiamo la visita del castello con le prigioni dove fu incarcerato Cesare Battisti e la fossa dei Martiri  dove venne giustiziato per impiccagione.

castello del buonconsiglio

giardino all'italiana

Usciamo dal castello e ci perdiamo per le vie dello shopping del centro di Trento: il famoso ziro al Sas, il tradizionale passeggio tra largo Carducci e via Mazzurana.Di nuovo in piazza Duomo, prendiamo via Mazzini e raggiungiamo piazza Fiera, già nel Trecento luogo di mercato, oggi un bellissimo spazio in cui spicca un cospicuo resto della cerchia di mura e sede del tradizionale mercatino di Natale.
MuSe,MUSEO DELLE SCIENZEProssima meta il MuSe, il museo delle Scienze, sempre affollatissimo e con lunghe code all'ingresso. Prenotare in anticipo online è quasi obbligatorio se non si vuole rischiare di non entrare. Ma vale veramente la pena? Secondo me no. Il museo è grandissimo, si potrebbe stare un giorno intero dentro, ma il succo alla fine è tanta confusione senza un ordine logico: schermi interattivi, plastici e, interviste, di cui una  ad una donna che diceva di essere contenta del riscaldamento terreste così in questo modo aveva più tempo per andare al  mare e  godersi il sole :((( Aiuto!!
Interessante, invece, gli esemplari degli animali delle Alpi e la serra.A mio parere questo museo è perfetto per i bambini e ragazzini. Questa comunque è la mia modestissima opinione, peccato solo di aver speso tutti quei soldi per entrare.

trento cosa vedere

seguitemi anche su instagram: pizzo_76


FUNIVIA DI SARDAGNA
Se invece vi fidate dei miei consigli, vi proporrei, dopo la visita del centro di Trento, di prendere la funivia di Sardagna, a soli 200 metri da piazza Dante verso il fiume Adige. Con un volo di pochi minuti si raggiunge un belvedere a 600 metri d'altezza che si apre su tutta Trento e la Val d'Adige. Se poi è andate al tramonto, ancora meglio!! Trento vi stupirà con tutta la sua bellezza.

trento cosa vedere

piazza del Duomo illuminata con le luci dell'Avvento


ALTRE COSE DA FARE IN TRENTINO:

  • Un giorno alla scoperta di Riva del Garda e dintorni 
  • Un weekend all'insegna dello sport sul lago di Garda Trentino
San Martino di Castrozza

  • Rifugio Velo della Madonna
  • Trekking del Cristo Pensante e Val Venegia
  • Escursione al rifugio Pradidali dalla Val Canali
Lago di Garda
  • La via ferrata Colodri di Arco
  • Il sentiero della Ponale, un'antica strada a strapiombo sul Garda
  • Il sentiero Busatte Tempesta da Torbole 
  • Ammirare il panorama più esclusivo sul Garda dal monte Misone 
 Val di Fassa
  • Ferrata Bepi Zac, Moena
  • Ciaspolata alla forcella Bocche dal passo San Pellegrino
  • Escursione alla cima del Piz Boè sul monte Sella
Valsugana 
  • Una visita a Arte Sella, ascoltare il silenzio in una cattedrale fatta di alberi
  • Trekking Lagorai Panorama: spazi selvaggi e senso di libertà 
Alpe di Cimbra  
  • Rivivere la Grande Guerra nelle trincee della Forra del Lupo a Folgaria
Val di Cembra 
  • Un'escursione in Val di Cembra sulle orme del Dürer
Guarda la mia pagina dedicata al Trentino

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :