Magazine Cucina

Cream Tart

Da Unpinguinoincucina

Domenica è stata senza dubbio una delle giornate più emozionanti per la mia piccola Principessa: la sua Prima Comunione. Iniziata all’alba tra colazione mamma-figlia (ha comunque voluto festeggiare la sua mamma ^.^), acconciatura (mamma mia, quante prove il giorno prima! hahahaha) e vestito, c’era anche la torta da farcire!!! Eh già, perché la mia piccolina ha voluto una torta preparata dalla sua mamma. Del resto, come darle torto se da quando è nata le torte di compleanno le ho sempre preparate io. ;-)

Sapendo che saremmo stati a tavola per qualche ora e che parte della famiglia si sarebbe rimessa in viaggio dopo il taglio della torta, abbiamo optato per una scenograficissima cream tart che oltre a essere bella bellissima è anche leggera e se ben fatta, si lascia tagliare senza problemi in piccole fettine. Seeeee, piccole, ce la siamo pappata tutta nonostante il pranzo al ristorante! ^.^’ hahahaha

La scelta della torta non poteva essere migliore: semplice nella preparazione, ideale quindi per una giornata già abbastanza agitata di suo, veloce e poco sporchevole (già so che questa frolla mescolata con una semplice forchetta sarà il mio nuovo amico fedele per le dolci emergenze!), oltre che super instagrammabile. ;-) E dove potevo trovare la ricetta e i consigli utili se non dalla mitica Enrica? ^.^

cream-tarte

Cream Tart
Ingredienti per una torta da 24cm:
per la pasta frolla:
ca. 300g di farina 00
100g di zucchero
1 uovo + 1 tuorlo
80g di olio di semi
1 cucchiaino di lievito per dolci
la buccia gratuggiata di 1 limone
1 pizzico di sale
per la namelaka:
400g di panna fresca
340g di cioccolato bianco
200g di latte intero
6g di colla di pesce
inoltre (a piacere):
frutti di bosco
cioccolatini
macarons
biscottini
altre decorazioni di zucchero
In un terrina unire lo zucchero, il pizzico di sale, l’olio, l’uovo e il tuorlo e mescolare con una forchetta.
Unire, poco per volta, la farina setacciata insieme al lievito fino a quando inizia a formarsi l’impasto.
Trasferirlo su un piano da lavoro e incorporare la restante farina fino ad ottenere un impasto elastico che non si attacca alle mani (potrebbero bastarne anche 280g, dipende dalla grandezza delle uova).
Prelevare 2/3 dell’impasto, stenderlo su un foglio di carta forno ad uno spessore di circa 4-5mm e, con l’aiuto dell’anello esterno di uno stampo a cerniera da 24cm, ritagliare il cerchio. Dopodiché, con l’aiuto di un bicchiere con collo non troppo stretto, ritagliare il buco centrale.
Unire l’impasto in eccesso al restante e ripetere l’operazione per il secondo disco (con l’impasto che avanza potete fare dei biscottini da utilizzare per la decorazione della vostra cream tarte).
Mettere i due dischi in frigo mentre il forno di preriscalda a 180°.
Infornare i due dischi, uno alla volta, per 35-40 minuti fino a quando è leggermente dorato. Trasferirli poi su una gratella a raffreddare.
Per la namelaka, mettere i fogli di gelatina a bagno in acqua fredda per ca. 10 minuti.
Nel frattempo, spezzettare il cioccolato bianco e scioglierlo lentamente a bagno maria.
Fare bollire il latte in un pentolino, unire la gelatina ben strizzata e mescolare a fiamma bassa per pochi secondi per farla sciogliere bene.
Versare il latte caldo sul cioccolato fuso ancora caldo in 3 volte, mescolando bene per evitare che si formino troppi grumi. Aggiungere la panna fredda a filo, continuando a mescolare.
Infine, mescolare per 30 secondi con un minipimer senza inglobare aria (cioè tenendo il frullatore sul fondo della ciotola), coprire con la pellicola a contatto (il composto sarà liquido, ma è giusto così) e mettere in frigo per circa 12 ore.
Il giorno dopo, trasferire la crema in una sac à poche con bocchettone idoneo a creare dei piccoli ciuffetti di crema (può funzionare anche semplicemente tagliando la punta di una sac à poche monouso).
Posizionare un primo disco di pasta frolla sul piatto da portata e ricoprirlo con ciuffetti di namelaka al cioccolato bianco. A piacere, distribuire qua e là dei lamponi tagliati a metà.
Ricoprire con il secondo disco di frolla senza premere e ripetere l’operazione.
Per la decorazione finale, libero spazio alla fantasia!
Conservare in frigo per 4-5 ore prima di servire (questo consente alla torta di compattarsi e alla frolla di ammorbidirsi per facilitarne il taglio).
PS. Se dovesse avanzarvi della crema la potete tranquillamente congelare. Sarà sufficiente scongelarla lentamente in frigo per averla di nuovo pronta all’uso.

cream-tarte cream-tarte

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog