Magazine Eventi

“Credo che il futuro sia di nuovo il passato, che entra attraverso un altro ingresso.” (Arthur Pinero)

Creato il 13 febbraio 2018 da Pino Curtale @PinoCurtale
Io sinceramente non so più cosa stia accadendo, e quello che potrà accadere. Non so più trovare neppure una parola di disgusto per la politica, ma soprattutto non riesco a credere a come la stessa , abbia ridotto gli ideali in un mucchio, anzi montagna di spazzatura. Poco mi importa, in quanto la politica in se, l’ho tenuta sempre a distanza, ma mi preoccupa veramente tanto, quello che sta inculcando alla “povera” gente (italiano medio in primis). Odio e razzismo, approfittando di un malcontento generale che non ha nulla a vedere però con questi, ma con una mala gestione dell’immigrazione solo perchè in questa europa con “e” minuscola, gli altri stati non si assumano le proprie responsabilità. Promesse che ognuno dei nostri POLITICANTI (i politici sono altra cosa), sa di non poter mantenere. E il popolo ??? Aizzato a gran voce da chi ha fallito sempre, ma ritorna su come l’acidità di stomaco, acclama non volendo ricordare il passato. Le false notizie corrono e dilagano in maniera pandemica, e tutti a credere senza alcun dubbio, come se fossero legge scritta, solo perchè si trovano sui grandi schermi o peggio sui social network .Tutti a puntare il dito contro i poveri disgraziati di turno, magari un pò più abbronzati e se se uno di loro grida Allah !! pronti a sparargli, o a linciarlo, ma se un italiano palestrato gioca al tiro a segno per strada gridando W IL DUCE, passa inosservato se non addirittura osannato ma trovando sfogo barbaro magari su un povero “servitore dello stato” che cerca di riportare l’ordine a seguito di un ORDINE impartito. Chi tace acconsente ! e la politica tace e prende sottogamba le sfilate dei Naziskin, come se le bandiere con le svastiche, fossero invisibili seppur di color rosso sangue. Ma poi pronti ad “aggiustare” come da rito, la corona di alloro alla giornata della memoria (corta) Dietro il microfono a gridare contro l’olocausto, e mettere tutto il fiato gonfiando il petto per quel “MAI PIU” che ormai è frase fatta per ogni circostanza. Mentre fuori dalle aule commemorative, o a 100 metri più in là, il popolo tra Gesù e Barabba, continua a scegliere BARABBA, non curante dell’ipotesi che quei muri con il filo spinato, sono dietro l’angolo. Che quel odore del fumo della morte è ancora nell’aria anche dopo circa 73 anni. Ora se questa è una situazione ormai sfuggita di mano alla politica, penso siamo, ad un punto di non ritorno, e chi salirà sugli scranni, chiunque esso sia, non si salverà da questo fare del “SISTEMA” . Nel CHIUNQUE non escludo NESSUNO, compresi quelli che si reputano salvatori della patria. Ecco…di questo HO VERAMENTE PAURA !!! Non tanto per me, quanto per mia figlia. Ed essendo stato costretto anche a non poter ascoltare un tg, o leggere una notizia, per la nausea che mi scatenano, sinceramente non saprei a chi dar fiducia. Anzi è proprio questa parola che sta diventano una perfetta sconosciuta Annunci &b; &b;

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :