Magazine Cucina

Crema zabaione

Da Giulioplay @ricettenonna
Zabaione 1

Ingredienti

  • 8 tuorli d'uovo
  • 6 cucchiai di zucchero
  • 6 cucchiai di vino dolce Marsala o vino passito
  • 200 ml di panna fresca da montare non zuccherata (facoltativa)
Guarda altre ricette con:Marsala panna tuorli zucchero
  • Tempo Preparazione:
    5 minuti
  • Tempo Cottura:
    5 minuti
  • Tempo Riposo:
    1 ora
  • Dosi:
    per 4 persone
  • Difficolta':
    Facile

La crema zabaione è uno di quei dolci che ci fa tornare alla nostra infanzia. Ai pomeriggi in cui Nonna ci preparava questa corroborante ed energetica crema sbattendo con tanta cura i rossi d’uovo assieme allo zucchero. Si può servire caldo, oppure può esser alleggerito da panna montata per diventare più spumoso e soffice. L’accompagnamento ideale è con i biscotti, come le lingue di gatto o le paste di meliga, oppure con frutti rossi freschi.

Procedimento

Versate in una ciotola resistente al calore e adatta alla cottura a bagnomaria i tuorli assieme allo zucchero. Montateli con le fruste elettriche per almeno 5 – 8 minuti fino a quando non risulteranno chiari e spumosi. Aggiungete il Marsala e mescolate.

Versate dell’acqua in un pentolino e mettetelo sul fuoco. Quando avrà raggiunto il bollore, abbassate la fiamma e riponete la ciotola sul pentolino. Mescolate con un cucchiaio di legno lo zabaione fino a quando incomincerà ad addensarsi.

Potete servire lo zabaione caldo oppure, per ottenere una crema più spumosa e leggera, vi consigliamo di aggiungere della panna montata.

A parte montate la panna fresca non zuccherata. Incorporatela poi delicatamente allo zabaione.

Versate lo zabaione nelle coppette monoporzione e riponete il frigo ad addensarsi per almeno 1 ora. Servite lo zabaione accompagnato da frutta fresca e lingue di gatto.

Recuperate gli albumi che vi avanzano da questa ricetta preparando delle deliziose lingue di gatto da servire come accompagnamento.

Zabaione 2

Ingredienti principali della ricetta:
  • Marsala
  • panna
  • tuorli
  • zucchero

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog