Magazine Sport

Crisi Mertens: quando Cirù non ci pensa più

Creato il 11 febbraio 2019 da Agentianonimi

Distratto, impreciso e nervoso. Sono queste le sfaccettature di un irriconoscibile Dires Mertens, soprannominato in città Ciro a testimonianza di quanto il belga sia entrato nel cuore di Napoli e dei napoletani.

Dopo alcune esclusioni, l’ex PSV ha ritrovato una maglia da titolare nello 0-0 di Firenze contro i viola. Prova deludente, non da Ciro, che aldilà delle nitidissime occasioni da gol fallite, ha deluso soprattutto per l’atteggiamento. Ad influire su queste scialbe prestazioni, potrebbe essere stato un modulo che non lo esalta e il mercato che, pur non toccandolo in prima persona, lo vede protagonista considerando il suo contratto in scadenza al giugno 2020. Nel nuovo anno Mertens non ha ancora mai segnato, l’ultima rete risale all’ultimo turno del 2018: il 29 dicembre in casa contro il Bologna. Prima di allora il talento belga aveva realizzato 10 reti, un buon bottino.

Come il suo ormai ex capitano, Hamsik, anche Mertens potrebbe essere stato coinvolto nell’asse Europa-Asia. Secondo alcune voci infatti alcuni club cinesi, tra cui proprio il Dalian Yifeng di Hamsik, avrebbero fatto un tentativo per Mertens, ingolosito dai corposi contratti che queste società possono offrire. Problema risolto con la chiusura del mercato? Neanche per sogno, come abbiamo visto per il caso Hamsik, i trasferimenti verso la Cina sono validi fino a fine febbraio. Una grana in più per mister Ancelotti che deve assolutamente ritrovare il miglior Mertens per puntare all’Europa League e a blindare il secondo posto.

Gianmarco Ricci (@RicciGianm)

L'articolo Crisi Mertens: quando Cirù non ci pensa più proviene da Agenti Anonimi.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog