Magazine Diete

Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte

Da Ardhita

TUTTI PAZZI PER MOZZI!
Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latteLa dieta dei gruppi sanguigni sta letteralmente spopolando, grazie alle capacità comunicative e organizzative del Dott. Mozzi, ma soprattutto merito del passaparola dei pazienti guariti da svariate patologie solo con la sua dieta.In prima linea per la divulgazione delle sue contrastate teorie, Telecolorhttp://www.telecolor.net/, le cui trasmissioni, condotte con garbo da Antonella Baronio e Gianni Leani, affrontano in ogni incontro con il Dott. Mozzi  i disturbi e le malattie più frequenti, da quelle più comuni a quelle più gravi, in relazione al cibo e ai gruppi sanguigni.( ogni secondo venerdì del mese dalle 20.45 alle 22.45)
Il sito: http://www.telecolor.net/nelle puntate, dopo una breve introduzione, il Dott. Mozzi risponde alle telefonate dei pazienti e,
attraverso i quesiti e le loro testimonianze, il telespettatore impara a comprendere meglio come prevenire e combattere le malattie attraverso l'alimentazione.
COS’E’LA DIETA DEI GRUPPI SANGUIGNI
Il Dott. Mozzi, residente alle Mogliazze, località montana in provincia di Piacenza, applica da decenni la dieta dei GS, ideata da Peter D’Adamo nel 1997. Se dovessi riassumerla, direi che la dieta è caratterizzata da alimenti scelti in base alle proprie caratteristiche del proprio Gruppo Sanguigno, e prevede l’eliminazione dei cerali contenenti glutine, latte e latticini, salumi, privilegiando quinoa, amaranto, cereali senza glutine,legumi, carne, frutta e verdure e semi oleosi sempre in quantità moderate ed abbinate correttamente.Ma sarebbe diminutivo limitare la dieta a questa definizone. Attraverso decenni di esperienza, il Dott. Piero Mozzi, medico coraggioso e controcorrente, non solo ha creato una guida utilissima per alimentarsi correttamente secondo ogni GS, ma con i suoi consigli ci fornisce i mezzi per imparare a gestire da soli la nostra salute, comprendendo i segnali del nostro corpo in base alle reazioni al cibo introdotto quotidianamente.Fioriscono ormai sempre più spesso siti e blog di ricette che ne seguono la scia, e le trasmissioni su youtube con le sue interviste sono seguitissime. Il dott. Mozzi è ormai diventato la primula rossa, impossibile trovarlo al telefono e ai suoi mercatini vi sono centinaia di persone in piedi che attendono ore, persino con condizioni metereologiche disagevoli (collaudato di persona!), per potergli parlare a volte anche solo qualche minuto.
CHI E’IL DOTT. PIERO MOZZI(a proposito....gruppo zero)Tutto aspettatevi fuorché un medico classico, come già avrete intuito.Non ha mai visto un ospedale nè indossato un camice, perché come lui stesso afferma, "detesta camici bianchi e ospedali” (anche noi a dire il vero !), ma di pazienti ne ha curati ugualmente a centinaia, e senza dare medicine.
Bellissima l'intervista di Stefano Lorenzetto sul Giornale, che si è inerpicato alle Mogliazze per scovare questo medico così fuori da tutti gli schemi. http://www.ilgiornale.it/news/interni/medico-privo-camice-ascolta-voce-sangue-960051.html

Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte

Dott. Pietro Mozzi


Il Dott. Mozzi, il cui viso è incorniciato da una lunga barba bianca, mi richiama incredibilmente la figura di Fra Cristoforo dei Promessi Sposi….casualmente anche lui non le mandava dire….( a proposito la chiesa che sta aiutando a restaurare con le donazioni, nonostante sia ateo, si chiama proprio …San Cristoforo)Il suo fare è schietto e i suoi modi inusuali, quasi bruschi, ma sa ascoltare attentamente chi gli espone i suoi problemi, dote non scontata, considerando che i medici, sono stati trasformati molte volte solo in…firmaricette...Ma sa immediatamente ritrovare il sorriso quando i pazienti lo ringraziano per la ritrovata salute, e devo dire che si vede molto spesso.
LA SUA VITANato a Bobbio nel 1950, in provincia di Piacenza, si è laureato in medicina nel 1977, a Parma.Curioso di natura ed acuto osservatore, sin da ragazzo, ha indirizzato la ricerca dei suoi studi verso le causa delle patologie, sperimentando in prima persona la relazione del cibo con il proprio sistema immunitario, scoprendo l’importanza di ciò che introduciamo nel nostro corpo e che deve essere sempre in armonia con le leggi della natura e il susseguirsi delle stagioni.Dallo studio è passato rapidamente alla pratica cercando di raggiungere l’obiettivo che si era sempre imposto fin dalle prime armi: "quello di migliorare lo stato di salute delle persone e di capire profondamente le cause delle malattie.” Trattando per primo il proprio organismo come preziosa fonte di informazioni e sperimentazione, "consiglia si suoi pazienti di valutare sempre con spirito critico tutte le manifestazioni del nostro corpo senza escludere mai nulla a priori, ripetendo anche le prove."Sintetizzando, ha applicato semplicemente il “Metodo Scientifico”: ipotizzare, sperimentare, analizzare e trarre conclusioni.”
Spinto dalla sua proverbiale curiosità e voglia di sapere, è approdato alle pubblicazioni che trattavano dell’alimentazione in base ai gruppi sanguigni.Stimolato da questi studi, ha proseguito la propria ricerca personale sperimentandola poi sui propri pazienti, anche se è profondamente convinto che, data l’altissima variabilità della genetica umana, la dieta preconfezionata fosse comunque limitativa e che dovesse essere personalizzata in base all’individuo e alle sue caratteristiche personali e sempre variabili.Egli stesso, nonostante le indicazioni dettagliate che fornisce attraverso i suoi libri per ogni gruppo, sostiene che non esiste la verità assoluta e che le dieta va collaudata e sperimentata di persona, privilegiando la pratica e l’osservazione personale più della teoria.
Dopo decenni di esperienza come medico, il Dott. Mozzi così afferma: “Sostengo che esiste una relazione molto stretta tra il gruppo sanguigno a cui apparteniamo e l’alimentazione che dovremmo seguire per mantenere uno stato di salute soddisfacente. E se le reazioni dell’organismo non vengono “ascoltate”, col tempo si possono manifestare le patologie. Considero la malattia non come un fatto casuale, accidentale ma come l’evoluzione di un processo che ci ha portato ad essere in quella determinata situazione”Tratto dal sito del Dott. Mozzi http://www.dottormozzi.it/index.php
LA COOPERATIVA MOGLIAZZENel 74 Il Dott. Mozzi ha scoperto un vecchio borgo abbandonato abbarbicato alle pendici dell’Appenino, 8 km sopra il comune di Bobbio.Innamorato del luogo un po' selvaggio e deciso a riportare in vita il villaggio costituito da poche case di pietra ha realizzato il suo sogno, creando la Cooperativa Mogliazze arl, che gestisce tuttora insieme a pochi amici e alla sua famiglia, moglie e due figli, Martino ed Ester, trasformando così 70 ettari di terra abbandonata in una fattoria biologica autosufficiente.In questa azienda agricola coltiva con il metodo di produzione biologico piante da frutto, ortaggi ed erbe officinali che trasforma direttamente nei propri laboratori.Alleva al pascolo libero pecore da carne e pratica l'apicoltura.

Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte

Le Mogliazze

Un interessante articolo che illustra com'è organizzato l'ecovillaggio della Cooperativa:  http://www.aamterranuova.it/MappaEcovillaggi/PODERE-MOGLIAZZE  A rotazione Il Dottore porta i suoi prodotti ai mercatini naturali mensili: 1° domenica del mese a Pavia (PV) in Piazza del Duomo (10:00 - 17:00)
2° Domenica del mese ad Appiano Gentile (CO) in Piazza della Liberta' (10:00 - 17:00)    4° Domenica del mese a Monza (MI) in Piazza Carrobiolo (10:00 - 17:00)   
Questo è il suo sito ufficiale http://www.dottormozzi.it/index.php, in cui troverete i suoi libri, i prodotti della cooperativa, informazioni sulle eventuali conferenze, ed infine qualche ricetta e consigli su alcuni antichi rimedi naturali, come l’impacco di argilla e il lavaggio del naso con acqua e sale.Se decidete di andare ai mercatini, armatevi di tanta pazienza e coraggio, perché sarete in fila ore e ore in attesa di poter parlare con il Dottore, il quale dispenserà consigli e suggerimenti senza prendere alcun compenso. Se invece vorrete una dieta personalizzata o avete patologie  gravi, potrete compilare una scheda che richiederete al banchetto insieme al numerino per attendere .Con la scheda precompilata pagherete 60 euro per avere una dieta personalizzata oppure in caso di patologie complicate vi sarà spedita al vostro indirizzo.Eventualmente potrete prendere appuntamento con il Dottore attraverso il suo sito.
IO …..MOZZICO E VOI?Vi spiego ora perché ho deciso di aprire quest’angolo di informazione nonostante vi siano ormai siti in ogni dove.Il primo motivo: Ho iniziato la dieta da un solo mese e visti i miei risultati sorprendenti, vorrei condividere la mia esperienza della quale vi aggiornerò illustrandovene rose e se ce ne fossero …anche spine.Ho già incrociato in un solo mese su facebook molte persone che hanno curato efficacemente le loro patologie grazie alla dieta del Dott. Mozzi ed è un vero peccato non poter raccogliere la loro esperienza per aiutare chi volesse capirne le potenzialità.Per cui se qualcuno volesse condividere la propria storia sarò felice di pubblicarla nel mio blog, e rendere un servizio utile a tutti noi.Ed inizierò proprio con il mio personale contributo, seppur fresco di un solo mese.
Il secondo motivoPenso che informazione e condivisione siano un’arma importante per diffondere la verità.Visto che mi capita spesso di dover spiegare ai miei amici in cosa consiste esattamente la dieta e dove accedere ai principali siti di informazione, ho pensato di aprire un angolo nel mio blog in cui mettere a disposizione i principali siti e gruppi di facebook, ed alcuni consigli per iniziare la dieta.
COS’E’ LA DIETA DEI GS La dieta dei GS è stata ideata da Peter D’Adamo nel 1997.La sua ricerca è partita dal libro One man's food, pubblicato nel 1980.dal padre, James D'Adamo naturopata come il figlio. secondo D’Adamo l'appartenenza a uno specifico gruppo sanguigno influenza la nostra suscettibilità nei confronti delle malattie.Peter D’Adamo avrebbe poi proseguito la ricerca pubblicando Eat right 4 your type (in Italia pubblicato con il titolo L'alimentazione su misura, edito da Sperling & KupferIl gruppo sanguigno, che contraddistingue ognuno di noi, è una sorta di impronta genetica che stabilisce chi siamo, le scelte alimentari e lo stile di vita che più ci si addicono.Oltre ad essere un metodo molto efficace per perdere peso e preservare la salute, questo tipo di alimentazione dimostra quanto sia importante personalizzare la nostra dieta seguendo le proprie caratteristiche.
QUALI SONO I GRUPPI SANGUIGNII gruppi sanguigni si sono differenziati attraverso i periodi dell’evoluzione umana.

Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte

I Gruppi Sanguigni

Gruppo 0 è definito cacciatore. E' il primo gruppo sanguigno che è apparso sulla terra. Nato circa 50.000, 40.000 anni fa, si nutriva principalmente di carne.Gruppo A è definito agricoltore. Nato circa 25.000 - 15.000 anni fa, in seguito all'introduzione dell'agricoltura e all'allevamento degli animali E’ il gruppo che meglio tollera i carboidrati, proprio perché è nato come una forma di adattamento ai prodotti dell’agricoltura: in genere tollera male il latte ed è meno propenso generalmente al consumo di carne rossa,Gruppo B (nomade).Nato attorno all'Himalaya, 10.000 - 15.000 anni fa. Era costituito da popolazioni nomadi la cui alimentazione era basata soprattutto sulla pastorizia, per cui carne e latticini.Gruppo AB  E’ un mix tra A e B ed è il gruppo sanguigno più recente, Nato solo 1000 - 1200 anni fa dall'incrocio del gruppo A con quello del gruppo B, causato dalle vittorie dei barbari (gruppo B) sui romani (gruppo A).
Ho trovato interessanti questi due siti che illustrano gli alimenti concessi a ogni grupppo.(Ho notato che i cibi consigliati da Peter D’Adamo e dal Dott. Mozzi hanno però delle variazioni.http://alimentazionevincente.it/cultura_fisica/alimentazione_e_gruppo_sanguigno.pdfhttp://www.my-personaltrainer.it/dieta/dieta-grupposanguigno.html
LA MIA ESPERIENZA Premetto che non ho mai seguito diete(sono magra come un’acciuga), osservando quanto sulle mie amiche i vari regimi alimentari siano a volte inutili e provvisori, se non dannosi come nei casi delle diete iperproteiche.Inoltre ho sempre pensato che la maggior parte delle diete che imperversano secondo le mode abbiano qualcosa di illogico, se non di folle, che va a cozzare con le esigenze alimentari dell’essere umano.Ma eccomi al dunque.Mi sono imbattuta per puro caso in questo tipo di alimentazione, incrociando su facebook una persona che elogiava i pregi del Dott. Mozzi della dieta che l’ha curata.Incuriosita per il suo entusiasmo e i risultati ottenuti con la dieta, le ho chiesto ulteriori informazioni(grazie Adnana's).Mi ha spiegato che la dieta dei Gs è anche senza glutine e latte, e questo particolare veniva proprio a puntino.

Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte

Glutine

Vi spiego: in quel periodo la mia cara amica, intollerante proprio a questi due alimenti, era alla ricerca di un’alternativa alla sua alimentazione, basata prevalentemente, su prodotti preconfezionati come gallette di mais, riso, panini di similplastica, farine preconfezionate(il tutto carissimo ovviamente) e mattoncini immangiabili di grano saraceno preparati in casa.Nonostante la dieta ferrea e suoi sforzi, da anni i suoi disturbi continuavano a persistere, rendendola stanca ed anemica.Chi è celiaco sa quanto sia difficile combattere con la salute e districarsi tra gli innumerevoli prodotti: quelli che ho voluto collaudare personalmente sono a volte stucchevoli e pesanti, a mio parere più del glutine!E così detto fatto, mi sono rimboccata le maniche e ho deciso di darle una mano.Ho scoperto un sito bellissimo che spiegava semplicemente alcune ricette di piatti senza glutine su indicazioni della dieta Mozzi. http://www.ricettegrupposanguigno.com/Ma si sa, cucinare due piatti diversi è piuttosto scomodo, per cui un po’ per praticità e chissà, un po’ per il mio solito istinto, ho iniziato ad eliminare anch’io completamente il glutine e definitivamente latte e latticini che già avevo diminuito.Premetto che io ho avuto un linfoma Non Hodgkin, ora in remissione e un’epatite c, riattivata dalle cure per il cancro e principalmente per il Rituximab, per cui negli ultimi mesi risentivo di una stanchezza sempre più debilitante e disturbi legati al malfunzionamento del mio fegato.
CRONACA DELLA DIETA:I MIEI PRIMI RISULTATII primi due giorni la mia stanchezza è aumentata e stavo quasi per desistere, pensando provocasse ulteriori danni al mio stato di salute.Il terzo giorno invece.... sorpresaaaaa…. è stato come uscire da un bozzolo: la stanchezza è scomparsa di botto e l’energia aumentata improvvisamente.Dopo qualche giorno in cui lo stato di grazia continuava, ho cominciato così a pormi delle domande serie sull’importanza e gli effetti di ciò che ingurgitiamo ogni giorno.Forte delle nuove energie regalatemi dalla mia novella alimentazione, mi sono tuffata a capofitto sui filmati accessibili su Youtube raccolgiendoli  nel mio canale http://www.youtube.com/playlist?list=PLN3W2ny0JY7kvqbRcql8jkEkG9trGquta&action_edit=1 Mi sono iscritta contemporaneamente a molti gruppi di facebook che seguono questa dieta, scoprendo così che questa alimentazione è in grado di curare efficacemente patologie come il diabete, pressione alta, endometriosi, cefalee, celiachia e moltissime altre patologie sino ad arrivare a quelle più serie. Mi è venuto a questo punto naturale chiedermi quali dannose conseguenze possa creare il glutine, se solo smettendolo ho ritrovato un’energia che da svariati anni non conoscevo più, ho sempre pensato che il glutine creasse danni seri solo ai celiaci e agli intolleranti!
LA MIA ALIMENTAZIONEPur non eccedendo mai nel cibo(fatto salvo per periodi di caramelle a gogò)ho sempre prediletto farinacei, frutta, un po’ di verdura e tanti zuccheri, pochissima carne e pesce, niente alcool e fumo.Decisa a rivoluzionare la dieta della mia mica e nel contempo anche la mia, dopo essermi munita di una piastra per piadine e crepes mi sono messa ai fornelli In una settimana ho imparato in fretta a fare crepes e piadine di saraceno, farinate e castagnacci, una vera leccornia , tutte su indicazione delle ricette in base ai gruppi sanguigni.Ho eliminato completamente i latticini che usavo con molta moderazione, ad eccezione del solo parmigiano.Ho iniziato a sostituire il caffè con la cicoria, bevanda disintossicante ed energetica e ho mantenuto per i primi 15 giorni solo gli adorati zuccheri.Come vi ho già detto il mio stato di salute ne ha avuto benefici immediati.Ma non basta: seguendo i filmati ho appreso, ahimè, dal Dott. Mozzi che linfomi e leucemie sarebbero causati soprattutto da glutine e zuccheri. Se del glutine non ho risentito della mancanza in nessun modo, per gli zuccheri ho una vera dipendenza, anche se si tratta di quantità giornaliere minime.Visti i risultati dovuti all’eliminazione dei cereali a base di glutine non mi sono però persa d’animo ed ho iniziato a diminuirli.Devo dire che facendo piccoli esperimenti personali ho notato come gli zuccheri, anche se solo in lieve eccesso, influivano sulla lentezza della digestione, sulla sonnolenza e altri piccoli disturbi come il prurito.Per cui mi sono decisa a gran fatica ad eliminare anche quelli.
AIUTOOO, COSA MANGIO?Una delle domande più frequenti che sorgono quando si decide di intraprendere questo regime alimentare è: se elimino farinacei, latticini e salumi, cosa mangio e cosa cucino? Non fate l’errore di buttarvi su prodotti per celiaci...nulla di più sbagliato, perchè sono a base solitamente di riso, mais e miglio.Se miglio e riso possono essere tollerati a malapena dal Gruppo sanguigno A, al contrario il mais potrebbe creare seri problemi agli altri gruppi A, AB e O.E probabilmente era proprio la causa dei continui malesseri della mia amica. Per cui dovrete imparare a fare tutto in casa, risparmierete in denaro e …guadagnerete in salute.E non aspettatevi di fare la fame, anche se molti adottano questo regime alimentare per dimagrire, i piatti sono vari e nel caso dei sostituti del pane  veramente appetitosi!
Mettetevi dunque all’opera. Io ho fatto così: munitevi di una teglia per crepes, una teglia per plum-cake e una per pizze, necessari per le vostre prime piadine, crepes e gradevoli pagnotte.

Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte

Le crepes - facebook: Le-ricette-del-dottor-Mozzi

La mia prima preoccupazione è stata: come sostituisco i farinacei? Mi sono stati utilissimi principalmente due siti(dato che non avevo ancora i libri)Uno è http://www.ricettegrupposanguigno.com/L’altro, su facebook è https://www.facebook.com/groups/258452917549899/E in questi giorni un altro utilissimo sito nato proprio per chi è alle prime armi e rischia di andare in tilt:https://www.facebook.com/groups/167714550091802/Ma ve ne sono molti altri che vi elencherò a fine pagina e che vi daranno l'opportunità di scambiare informazioni e  stingere amicizie con persone molto gradevoli.Vi è il sito ad esempio "Emozioni e Gruppi sanguigni", della Dott.ssa Silvia La Chiusa, psicologa e bionutrizionista che applica la dieta dei GS e  organizza piacevoli incontri con chi volesse approfondire sia la dieta che lo stuzzicante argomento delle emozioni in relazione al cibo:https://www.facebook.com/groups/195153020633929/
Nel primo sito “ricette gruppo sanguigno”, che prende spunto dalle ricette del Dott. Mozzi, ho imparato a cucinare inizialmente crepes e piadine.Inutile negare che i primi risultati sono stati fallimentari, soprattutto le piadine che venivano un po' crude e le crepes, bruciacchiate.Ma insistendo e calibrando il fuoco e lo spessore degli impasti sono riuscita alla fine ad ottenere risultati magnifici: più riuscite a farle sottili e più rimangono cotte e digeribili.Tenete il fuoco preferibilmente basso e aiutatevi con un coperchio , soprattutto per le crepes, in modo che l’umidità le aiuti a staccarsi meglio dalla padella.Se poi siete gruppo zero potrete gustare anche le deliziose farinate, che nella ricetta del Dott. Mozzi sono particolarmente delicate perché senza olio.Anche le pagnotte e le ciambelle devo dire che sono molto gustose e ci offrono una scelta molto più variegata che il pane fatto con il frumento.Variano da quelle con la zucca, alle castagne, o alla quinoa, al miglio e riso, anche se questi ultimi vanno consumati con moderazione e secondo le indicazioni del Dott. Mozzi.
Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte
Per le pagnotte idem, a dir la verità mi sto ancora specializzando, sono ancora poche quelle che mi vengo a puntino, soprattutto quelle con il lievito di birra, forse per via della difficile lievitazione.In seguito ho acquistato il libri del Dott. mozzi, che ritengo indspensabili sia per avere una guida e capire le differenze per i gs, che per le ricette veramente invitanti.Risolto il problema del pane, direi che siete già a metà opera, il resto è molto più semplice, seguire le istruzioni e provare provare provare.La sperimentazione, d’altronde è la parte più entusiasmante della dieta e potrete mettere alla prova la vostra fantasia e la vostra ....pazienza.
Se avete problemi particolari, patologie o allergie e disturbi vari munitevi come ho fatto io di un quadernetto in cui annoterete quotidinamente le vostre reazioni al cibo introdotto.
Nonostante la guida del dott. Mozzi sia indispensabile, ognuno di noi ha un sistema immunitario diverso, per cui potrete individuare da soli gli alimenti che possono innescare i sintomi più svariati. A volte si hanno delle vere e proprie sorprese!
L'INCONTRO CON IL DOTT.MOZZIDopo le prime due settimane decido sempre più incuriosita, di andare a Pavia con la mia fida amica per verificare come funziona questo inconsueto sistema Mozzi.Attendendo per ore tra centinaia di persone in piedi sotto la pioggia solo per potergli chiedere qualche consiglio al volo (scenario quasi surreale), ho avuto occasione di parlare piacevolmente con alcuni suoi pazienti e di appurare ulteriormente l’efficacia della dieta su svariate patologie..Ho anche notato che molti di loro si sono avvicinati a questo regime alimentare semplicemente per dimagrire, ma nel contempo hanno risolto vari disturbi legati al peso in eccesso.Primo incontro perlustrativo col Dotto Mozzi: resistenza incredibile del Doct. che ha risposto ai quesiti di pazienti e nuovi arrivati per tutta la mattina e il pomeriggio fino a sera senza interruzione!Il dott. Mozzi mi ha confermato che la mia reazione così veloce e positiva alla dieta è perchè sono gruppo zero, un GS solitamente caratterizzato da un metabolismo e risposte immmunitarie veloci, inoltre mi ha dato qualche altra informazione per i linfomi, causati secondo lui da glutine e zuccheri, togliendomi però anche la prugnetta, sigh, ultimo piccolo baluardo consolatorio che mi concedevo per colmare il desiderio irrefrenabile di dolcetti.Arricchito il mio bagaglio informativo, ho proseguito così il mio nuovo percorso di salute, sul quale vi aggiornerò strada facendo.
LE RISPOSTE AI MIEI PERCHE’Questo studio approfondito sui gruppi sanguigni inoltre, ha dato risposte esaurienti ad alcuni dei quesiti che mi ero sempre posta.Ognuno di noi è caratterizzato da un sistema immunitario personale, che influisce non solo sulle nostre abitudini e tendenze alimentari, ma anche sulle risposte del nostro organismo in correlazione alle malattie ed ai tumori, variando ad esempio la velocità di reazione alle cure o determinando la lentezza della progressione nella malattia.Quesiti importanti che mi ero posta spontaneamente osservando il percorso travagliato del mio cancro, che ho da sempre “sentito”veloce come il mio metabolismo.
GRUPPO ZERO

Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte

Gruppo zero

Allora non ero ancora a conoscenza delle determinanti caratteristiche del mio gruppo, ed ora mi chiedo quali innumerevoli possibilità avrebbe la medicina nel curare e prevenire le malattie e i tumori usufruendo non solo di questa dieta determinante per la salute, ma anche delle diverse prerogative e potenzialità che offrirebbe la semplice aggiunta nelle cartelle cliniche del gruppo sanguigno, requisito indispensabile per personalizzare le cure.Chiunque accedendo alle informazioni potrà appurare quanto ci si possa ritrovare anche sperimentando personalmente le verità incontrovertibili delle diversità nei comportamenti dei GS, pur concedendo le variazioni minime personali.Vi faccio qualche esempio: come abitudine al mattino non ho mai amato particolarmente fare la colazione raccomandata  dai soliti dietologi tradizionali, che asseriscono come il primo pasto sia indispensabile per trarre energie per tutta la mattinata.Contrariamente a questo dogma e nonostante la mia apparentemente malsana consuetudine, la maggior parte delle mie giornate è caratterizzata tuttora da un veloce caffè, digiuno per poi accedere alla prima colazione solo a tarda ora, dopo che ho consumato un bel po' di energie. Al punto che a volte mi dimentico di mangiare....  E anche durante il giorno, mi è capitato spesso di reggere tranquillamente a ore di digiuno prolungate senza risentirne minimamente, anzi notando più lucidità in assenza di pasti.Questa tendenza alimentare è tipica del gruppo zero, salvo eccezioni ovviamente.Approfondendo gli studi delle differenze dei GS mi accorgo di rientrare pienamente nella mia  categoria.
GLI ALIMENTI CHE HO SCOPERTOLa dieta mi ha dato anche l’opportunità di conoscere due nuovi alimenti di cui non avevo mai sentito parlare, la cicoria e l’olio di vinaccioli
CICORIA

Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte

Caffè di cicoria

Essendo un'abituale cosumatrice di caffè, scopro che per il mio gruppo è meglio evitare di consumarne troppo perchè lo stomaco è un po' sensibile a questa sostanza e in ricerca di alternative, seguendo un filmato sento parlare della cicoria.Ho iniziato a sostituirla al caffè, prendendola senza zucchero e la trovo molto gradevole, anche se all'inizio il gusto è particolare.Ho cercato informazioni e ho scoperto che è una bevanda energizzante e disintossicante, un ottimo sostituto dell'adorato caffè che ogni tanto mi concedo ancora. Cicoria in Erboristeria: proprietà della CicoriLa cicoria è della famiglia delle Cicoria in Erboristeria: proprietà della Cicoria
 
Asteraceae (Compositae)
La cicoria contiene numerose sostanze: inulina, cicorina, un glicoside amaro, mucillaggini, resine, oli essenziali e pectine.
Sono presenti anche l'arsenico, la levulina, zuccheri; terpeni, acido acetico e stearico, sali minerali come sodio, potassio, magnesio, calcio, ferro, rame, fosforo; cloruri, vitamine quali la B, C, P, K; amminoacidi, lipidi e protidi.
Grazie alla cicorina e all'inulina, quest'erba ha un blando potere  lassativo, stimola la digestione e la secrezione del pancreas, regolando la quantità di glucosio nel corpo umano, regolando anche il livello di colesterolo.
Inoltre è protettiva nei confronti del fegato.
Controindicazioni
La cicoria preferibilmente  dovrebbe essere utilizzata con prudenza dalle donne in stato interessante a causa della sua azione utero-stimolante, e  con attenzione da soggetti con problematiche di calcoli, coleocistite e calcoli.
Ho notato che  aumenta leggermente l'appetito, per cui per chi è a dieta non è l'ideale.....
Si può consumare anche sotto forma di decotto e gustarlo come una piacevole bevanda tutta salute.

Per informazioni approfondite:
http://www.greenme.it/mangiare/altri-alimenti/10284-cicoria-proprieta-usi
L'OLIO DI VINACCIOLI
L'olio di vinaccioli, che sarebbero gli acini dell'uva, è ricco di polifenoli, sostanze dalle proprietà antiossidanti, e di acido linoleico, un acido grasso essenziale che fa parte della famiglia degli Omega 6.  
  

Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte

I semi di vinaccioli


Ha proprietà ipocolesterolemizzanti, grazie agli acidi grassi omega-sei , notoriamente efficaci nel ridurre il  tasso di colesterolo ematico, abbassando i livelli plasmatici della frazione buona HDL e di quella cattiva LDL.
 Il suo contenuto in vitamina E è minore di quello di altri oli come l'olio di girasole, di mais di soia di germe di grano
 Sito per uleriori informazioni:http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/olio-vinaccioli.html
Lo trovo molto leggero per fare i dolci e nel pane in sostituzione dell'olio di oliva.
Personalmente lo alterno all'olio di oliva,  anche se nelle indicazioni del Dott. Mozzi viene privilegiato l'olio di vinaccioli.Sicuramente per chi avesse problemi di fegato come la sottoscritta è particolarmente digeribile e di sapore  molto gradevole.
Il suo uso ottimale è crudo, perché con il calore può alterarsi.
Per la conservazione è meglio riporlo in un luogo fresco, al riparo dalla luce e da fonti di calore
Cosmesi: Per le sue proprietà schiarenti , quest'olio è utile utili nel prevenire e combattere le macchie cutanee, mentre massaggiato delicatamente sul corpo ha un un effetto astringente, rassodante e stimolante sulla microcircolazione.
      
IL SITO DEL DOTT. PIERO MOZZIhttp://www.mogliazze.it/
I VIDEO CHE HO RACCOLTO
Ne troverete tantissimi su you tube,  ma ho pensato bene di raccoglierli nel mio canale (nella playlist del Dott. Mozzi)per averli sempre a disposizione.
 http://www.youtube.com/channel/UC6QizRdISE5c10EwyRVpxZA/videos?view=1
I GRUPPI UTILI SU FACEBOOK
PER LE RICETTE:
IL SITO UFFICIALE DEL DOTT.MOZZI SU FACEBOOK
https://www.facebook.com/pages/Le-ricette-del-dottor-Mozzi/109191132443871?hc_location=timeline
RICETTE GRUPPO SANGUIGNO
https://www.facebook.com/ricettegrupposanguigno?ref=stream&hc_location=timelinehttps:
MARIA E LE SUE AMICHE CON LE LORO ESPERIENZE IN CUCINA
https://www.facebook.com/groups/258452917549899/
LA DIETA DEI GRUPPI SANGUIGNI
https://www.facebook.com/groups/211915108953262/
LA DIETA SALUTARE DEL DOTT.MOZZI. RICETTE PER CHI NON SA COSA MANGIARE: (Utilissimo per chi fosse alle prime armi)
https://www.facebook.com/groups/167714550091802/permalink/168337500029507/
EMOZIONI E GRUPPI SANGUIGNI (il sito della Dott.ssa Silvia La chiusa, psicologa e bionutrizionista )
https://www.facebook.com/groups/195153020633929/
PIERO MOZZI MEDICINA SECONDO NATURA:
https://www.facebook.com/groups/111048869590/
Ho trovato anche un sito (non ufficiale)  che raccoglie le testimonianze.
https://www.facebook.com/TestimonianzeSullaDietaDelDottorMozzi?ref=stream&hc_location=timeline 
I SITI SUDDIVISI PER GRUPPI SANGUIGNI
Gruppo A: https://www.facebook.com/groups/323908460996634/
Gruppo B: https://www.facebook.com/groups/324876004257870/
Gruppo AB: https://www.facebook.com/groups/252156001548730/
Gruppo 0: https://www.facebook.com/groups/432306103464419/
MAL DI GLUTINELa scoperta che il glutine possa danneggiare così l'equilibrio del nostro siStema immunitario, suffragato seppur da poco tempo dalla mia breve esperienza, mi ha
Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte
spinto a voler approfondire e comprendere il fenomeno del mal di glutine, che sempre più italiani accusano, pur non risultando celiaci.
A questo proposito trovo molto interessante ed esplicativo questo dettagliato documento che spiega i meccanismi complicati  che adducono il nostro organismo a reagire a questo alimento, innescando una reazione a catena nel nostro corpo, per sfociare infine nelle più svariate patologie.http://www.oltreildiabete.it/mal-di-glutine.pdf 
CURIOSITA' DAL GIAPPONE

Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte
Dimmi il tuo gruppo sanguigno e ti dirò chi sei.Lo sapevate che in Giappone il culto dei gruppi sanguigni ha una popolarità tale che nel 2010, la più nota rivista del Giappone, incluse nel profilo del primo ministro giapponese Naoto Kan  l'appartenenza al suo gruppo sanguigno, lo zero negativo?Inoltre in questo paese  un'usanza molto diffusa per trovare un partner è affidarsi proprio ai loro GS, per sondarne la compatibilità.Se volete sbizzaririvi nello scoprire gli abbinamenti tra i vari GS, questo è l'articolo che fa per voi.http://d.repubblica.it/argomenti/2012/02/14/news/oroscopo_giapponese-826004/Secondo i giapponesi i Gruppi Sanguigni indicano la personalità dell'individuo  e il suo temperamento.I primi studi vennero fatti nel 1927, con la pubblicazione "Lo studio del temperamento attraverso il gruppo sanguigno" di Takeji Furokawa.Il proposito di questo Professore era scaturito in concomitanza alla ribellione del popolo di Taiwan, per studiare le caratteristiche razziali di questa popolazione, che aveva resistito stoicamente all'occupazione dei Giapponesi, sfociando  in episodi molto crudeli. Dalla ricerca risultò che il 41,2% della polazione apparteneva al gruppo 0.Per cui il Professore dedusse che questo GS caratterizzasse la tendenza ribelle di questi abitanti.Mentre gli Ainu, popolazione del sud est asiatico più docile, aveva una percentuale molto più bassa del GS 0, solamente il 23,8 %.Queste teorie, non avendo alcuna evidenza scientifica, sfumarono la loro popolarità negli anni trenta, per tornare successivamente in auge  negli anni 70 con i nuovi studi di Masahiko Nomi,, un giornalista che pubblicò un libro aneddotico sui GS, nonostante venisse attaccato dalla comunità scientifica per le conclusioni approssimative e poco chiare.Da allora è ormai un fenomeno popolare, al punto che se ti presenti ad un giapponese senza dichiarare anche il tuo GS, ti guarderanno meravigliati.Certamente   non sempre i caratteri descritti nei GS sono azzeccate e non esiste un particolare approfondimento sulla relazione tra cibi e GS, ma forse non hanno ancora un  Dott. Mozzi - Kawa ......
OBIEZIONE VOSTRO ONORE. Mi sembra doveroso farvi sapere che, naturalmente, la dieta del Dott. Mozzi viene spesso bocciata dalla comunità scientifica  e  catalogata nelle bufale:"E' una stupidaggine""Non c’è alcuna evidenza scientifica a sostegno dell’associazione tra il gruppo sanguigno e le esigenze nutrizionali" e vari bla bla che ci spiegano con "rigore" quanto sia poco fondata la sua teoria..Se avete voglia di sapere cosa dicono di lui, questo è un agguerrito articolo che cerca di stroncare le sue teorie.http://daily.wired.it/news/scienza/2013/06/04/dieta-gruppo-sanguigno-361279.html Ma come sempre i nostri medici ricercatori incanalati in binari precostituiti, perdono di vista la realtà oggettiva, che è poi  per i poveri malati in cerca di soluzioni, quella che più conta. "Ipotizzare, sperimentare, analizzare e trarre conclusioni." é questo che ha portato avanti la vera ricerca, scevra da dogmi e preconcetti.E da sempre nei secoli le innovazioni vengono inizialmente contrastate anche ferocemente, per poi essere acquisite e diventare un altro dogma da aggiungere, in attesa di quello nuovo.... E mentre la nostra comunità scientifica, elucubra e sentenzia sulla dieta dei GS, il Dott. Mozzi con semplicità e senza avere alcuna pretesa di possedere la verità, da decenni cura e aiuta  le persone con la sua dieta.I risultati sono evidenti e incontrovertibili  e per noi comuni mortali non baciati da immane sapienza, questo è più che sufficiente...insomma: Provare per credere!
Vi ricordo che se volete lasciare la vostra testimonianza sarò felice di pubblicarla. Potete eventulmente contattarmi anche su facebook https://www.facebook.com/girasole.blu.1
FIRMATO...GRUPPO ZERO 

Cronaca di una dieta: L'alimentazione dei GS del Dott. Mozzi, senza glutine e latte

http://www.macrolibrarsi.it/libri/__la-dieta-del-dottor-mozzi-libro-pietro-mozzi-libro.php


 


 
 



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :