Magazine Cultura

CS_”Tanto non uscivo lo stesso” Dal 6 aprile in esclusiva su RaiPlay la vita in casa raccontata dai The Jackal

Creato il 06 aprile 2020 da Musicstarsblog @MusicStarStaff

(none)

Smart working, corsi di cucina, lauree, aperitivi… tutto online: le videochiamate sono diventate una modalità di interazione necessaria per tanti italiani, compresi i The Jackal, il gruppo comico che in questi ultimi anni ha conquistato il web. A causa dell’emergenza che stiamo vivendo, come tutti, anche i The Jackal hanno nuove abitudini personali e professionali, ma non vogliono smettere di vedersi, di scherzare e condividere la quotidianità insieme a vecchi e nuovi amici. E per farlo non possono che collegarsi tramite le videocamere dei loro computer e smartphone, ognuno rigorosamente dalla propria abitazione.
 Da lunedì 6 aprile, ogni giorno dal lunedì al venerdì, i The Jackal arrivano su RaiPlay con “Tanto non uscivo lo stesso”, un “original” prodotto in esclusiva per la piattaforma digitale Rai, in cui Ciro, Fabio, Aurora, Fru e il resto del collettivo napoletano raccontano con ironia i comportamenti e le dinamiche che accomunano gli italiani all’interno delle mura domestiche. 
Un progetto realizzato dai The Jackal con l’obiettivo di portare leggerezza sugli schermi e trasmettere un messaggio positivo.
Il programma propone al pubblico un racconto a più voci caratterizzato dall’immediatezza delle conversazioni in videochiamata, imprescindibile chiave narrativa dei 15 episodi. The Jackal, spesso in compagnia di ospiti connessi dai propri domicili, affrontano i diversi aspetti della vita in casa: dalla dieta al rapporto con i vicini tra flash mob e dj set al balcone, dagli improbabili esperimenti culinari all’amore in quarantena.
Nel primo episodio, online lunedì 6 aprile alle ore 14.00, i The Jackal racconteranno il cambiamento nel modo di lavorare da casa. Ospite in call sarà Annie Bandolo, professoressa di francese, che condividerà gli aneddoti migliori della sua esperienza di “smart working”… e non esiterà a interrogare sui pronomi!

Redazione


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog