Magazine Sport

Da Castellaro al Bivacco Laguione.

Creato il 10 maggio 2018 da Tamara

Da Castellaro al Bivacco Laguione.Da Castellaro 741 mt, piccola frazione di Varzi 416 mt, sì percorre l’itinerario Via del Sale, fino al Bivacco Laguione 1500 mt circa 
NOTA La regione Lombardia, è conosciuta principalmente per la maestosità dei vari gruppi montuosi che compongono la fascia alpina e prealpina della parte settentrionale della regione. Esiste però un lembo d’Appennino, che entra in territorio lombardo, nella parte sud, più precisamente la dorsale che rappresenta l’Appennino Ligure, monti che uniscono ben quattro regioni con annesse province e in pratica: la Lombardia con la provincia di Pavia, la Liguria con la Provincia di Genova, il Piemonte con la Provincia d’Alessandria e l’Emilia Romagna con la Provincia di Piacenza. L’itinerario qui descritto, parte da Castellaro, piccola frazione a circa otto chilometri da Varzi, e più precisamente, dal parcheggio che sì trova a fianco l’Hotel ristorante primula Bianca. Il paese sorge sopra la schiena di una collina, immerso nel totale silenzio di questi luoghi ricchi di fascino, dove il relax è davvero assicurato. Da Castellaro al Bivacco Laguione.
Sì percorre la Via del Sale, antico percorso, usato per il trasporto delle merci. L’ampia carrozzabile, segue la linea dell’acquedotto entrando in una stretta valle. Sì continua a salire fino a trovare il sentiero, che consente di evitare in molte occasioni il tratto su sterrato, continuando a salire, fino ad entrare in un fitto bosco di faggio, dove poi si troverà l’ultima cabina dell’acquedotto. Continuando la salita, sì entra nel magico bosco di larice e abete bianco, e dopo un’altra breve e meno intensa salita, si arriva al Pian della Mora, a circa 1350 mt circa. Qui un grazioso bivacco, consente di avere un ottimo punto d’appoggio in caso di maltempo, e con la giusta attrezzatura è possibile anche pernottarvi, nell’apposito vano, adibito a dormitorio. Si prosegue lungo la sterrata che sale al Monte Bogleglio 1492 mt, dopo una facile salita, si può ammirare l’ampio panorama che guarda verso il Piano della Mora, nelle giornate terse, sì ha una spettacolare veduta sulla Pianura Padana e su buona parte dell’arco alpino, con vista su numerosi quattromila. 
Da Castellaro al Bivacco Laguione.
Proseguendo lungo la Via del sale, si mantiene quota, camminando lungo la dorsale che divide la Regione Piemonte dalla Regione Lombardia, con belle balconate che guardano verso il Monte Ebro 1700 mt, Monte Chiappo 1700 mt e Monte Lesima 1724 mt. 
Da Castellaro al Bivacco Laguione.
Poco prima della cima del Monte Bagnolo 1550 mt, sorge a circa 1500 mt il Bivacco Laguione, un altro importantissimo punto d’appoggio in caso di maltempo. Il bivacco non è pernottabile, ma al suo interno si trova tutto l’occorrente, per trascorrere qualche ora in tranquillità, immerso nel verde e nel silenzio di queste morbide e solitarie montagne, una parentesi appenninica da vivere in tutta la sua bellezza.
CURIOSITA’ Da Castellaro al Bivacco Laguione.
Nido di Formica Rufa, proveniente dalle Alpi, introdotta nell’area del Monte Alpe 1254 mt, per combattere l’eccessiva diffusione della processionaria.
TEMPI DI PERCORRENZA:3:00 circa. DIFFICOLTA’: (T/E) per tratti su sentiero ripido. PUNTI D’APPOGGIO: Albergo Ristorante primula Bianca a Castellaro, bivacco sempre aperto in località Piano della Mora e Bivacco Laguione ai piedi del Monte Bagnolo. DISLIVELLO: circa 800 mt. COME ARRIVARE: da Pavia seguendo le indicazioni per salice Terme e Varzi, poi con SP n°91 fino a Castellaro. CARTOGRAFIA O GUIDE: Carte Appennino Pavese redatte dallo Studio Cartografico Italiano. SEGNALETICA: cartelli informativi e bandierine bianco rosso. DOVE ALLOGGIARE: Scambio Link

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine