Magazine Sport

Da Cornalba al Monte Alben.

Creato il 25 maggio 2016 da Tamara

Da Cornalba 893 mt si percorre il segnavie N°503 seguendo una strada sterrata fino a trovare una cappella votiva. Svoltando a sinistra lungo il sentiero panoramico, si sale notevolmente, aggirando la Corna Pradella 1342 mt, quindi entrando in un vallone, s’incrocia il sentiero N°502 che arriva da Serina 720 mt, ora seguendo quest’ultimo, si sale a Passo la Forca 1848 mt, quindi voltando a destra si segue l’impegnativa cresta che porta alla vetta del Monte Alben 2019 mt. Da Cornalba al Monte Alben. NOTA Il gruppo montuoso che comprende la cima del Monte Alben, è un piccolo mondo a se, separato dalla catena orobica dal Passo di Zambla 1270 mt. Io lo definisco un castello di roccia, perchè visto dal basso, somiglia molto ad una fortezza medioevale, con robuste mura, torri merlate e gli edifici reali nella parte più impervia. Un anello di roccia calcarea, al cui interno vi ritrovano ambienti alpini di rara bellezza, un’immensa conca glaciale composta di verdi prati nella parte bassa e alte pareti rocciose nella parte alta. S’inizia da Cornalba, piacevole borgo situato nella Val Serina, pare che le sue origini, risalgono al primo secolo avanti cristo, durante il dominio dei romani. Da Cornalba al Monte Alben.Il percorso si tuffa subito nel fitto bosco, che man mano che si sale, diverrà in prevalenza di faggio, un serpente di curve che sale fino a sbucare fuori in una conca dove si nota in lontananza un casolare. I verdi prati, fanno venir voglia di tuffarsi in questo verde mare, punteggiato di tanti fiori colorati. Proseguendo lungo il sentiero, sì arriva ad una chiesetta, dove si apre un bel panorama sulle Prealpi Bergamasche. Poco più avanti, si trova Casera Alta, qui un’ampia conca permette la visuale sulla cresta rocciosa che colma con la cima del Monte Alben. Una vasta prateria ricoperta d’erbe e fiori d’ogni varietà, un colore ed un profumo che riempie l’aria di buono. Continuando a salire si arriva a Passo la Forca, che separa Cima la Croce 1978 mt dal Monte Alben, qui sì ha il primo assaggio di panorama con una spettacolare vista su Cima del Fop 2322 mt. Da Cornalba al Monte Alben.Da Passo la Forca, inizia la più impegnativa salita che porta alla vetta del Monte Alben, il percorso si sviluppa lungo aspre pareti che si ergono sopra profondi valloni, pareti che spesso consentono il passaggio con veri e propri passaggi di breve arrampicata, che anche se facilmente superabili, richiedono in ogni caso e sempre la dovuta attenzione, un minimo errore potrebbe costare davvero caro…. Da Cornalba al Monte Alben.Conquistata la cima, 360° di panorama aspettano l’intrepido escursionista, dall’Appennino alla Pianura Padana, dalla cima di Canto Alto 1146 mt alle cime alte e importanti delle Alpi Orobie, come Pizzo dei Tre Signori 2554 mt, Pizzo Arera 2512 mt e Pizzo della Presolana 2521 mt, in lontananza son ben visibili Monte Disgrazia 3678 mt e Pizzo Bernina 4050 mt. Queste sono solo una piccola parte di quello che si può vedere, perché nelle giornate terse, posso assicurare che il panorama è ancora più emozionante.
CURIOSITA Il 25 novembre del 1944, il Capitano Aldo Resmini, compie un sanguinoso rastrellamento nel comune di Cornalba, dove persero la vita numerosi partigiani.
TEMPI DI PERCORRENZA: 3:30/4:00 circa. DIFFICOLTA’: (E/EE) per sentieri ripidi, e per il traverso che porta in cima a Monte Alben, con vari passaggi su roccia. PUNTI D’APPOGGIO: locali a Cornalba e piccolo baitino d’emergenza in prossimità di Passo la Forca. DISLIVELLO: 1100 mt circa. COME ARRIVARE: da Milano o da Brescia con autostrada A4 uscita Dalmine, quindi SS 470 della Valle Brembana, superato Zogno 334 mt, seguire indicazioni per Serina e Oltre il Colle 1030 mt, quindi svoltare a destra appena s’incontra il bivio per Cornalba. CARTOGRAFIA O GUIDE: Carta Kompass N°104. SEGNALETICA: cartelli informativi e bandierine rosso bianco. DOVE ALLOGGIARE: Scambio Link

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine