Magazine Salute e Benessere

Dall'Italia a New York le tasse sul 'cibo spazzatura'

Creato il 30 agosto 2012 da Informasalus @informasalus

obesita
Tasse sul 'cibo spazzatura' per combattere l'obesità

Il Decreto sanità proposto dal Ministero della Salute Renato Balduzzi, che passerà il 31 agosto 2012 al vaglio del Consiglio dei Ministri, prevede anche l'introduzione di una tassa sulle bibite al fine di scoraggiare i cittadini dal consumo di bevande con zuccheri aggiunti ed edulcoranti.
Si tratta di una misura già adottata all'inizio dell'anno dalla Francia che ha tassato le bibite con zuccheri aggiunti: l'imposta pesa sui produttori che pagano 7,16 euro ogni 100 litri commercializzati, ma anche sui consumatori che pagano 11 centesimi in più per lattina.
Il ricavato della tassa, circa 280 milioni l'anno, è destinato a coprire le spese per Welfare e settore agricolo. La stragrande maggioranza dei francesi, tuttavia, in un recente sondaggio ha espresso il dubbio che serva solo a riempire le casse dello Stato senza benefici reali per i servizi sociali.
Anche in Ungheria è prevista una tassa per le bibite non salutari che contengono oltre 20 mg di caffeina ogni 100 ml.
In Gran Bretagna si è più volte pensato di tassare il 'cibo spazzatura' e di aumentare le tasse sull'alcol. Per il momento tuttavia il Governo ha soltanto vietato la pubblicità delle merendine in tv e sui giornali.
Negli Stati Uniti molti stati hanno già adottato norme per scoraggiare il junk food. All'inizio dell'estate il sindaco di New York Michael Bloomberg ha proposto una contestatissima norma, per il bando delle bibite gassate e zuccherate in taglia maxi. Se la proposta sarà approvata, da marzo 2013 spariranno le bottiglie e bevande alla spina extra-large.
Il primo Paese ad introdurre una'Fat tax' è stato però la Danimarca che ha imposto la prima tassa al mondo sul cibo grasso, ovvero una sovrattassa sugli alimenti con alte percentuali di grassi saturi.


Hai un account google? clicca su:


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • JEANS SHOP from NEW YORK

    JEANS SHOP from YORK

    PIù CHE UNO SHOP... UNA DENIM FACTORY! http://worldjeanshop.com/ NEL QUARTIERE DI CHELSEA VICINO WEST VILLAGE E IL DISTRETTO DI MEATPACKING CARATTERIZZATO DAL... Leggere il seguito

    Da  Roseselavy
    LIFESTYLE, MODA E TREND
  • Whisky: New York Sour (2)

    Calorie a persona: 368Ingredienti per 1 persone: 4/5 Whisky 1/5 Succo Di Limone 1 Cucchiaino Zucchero Vino Rosso Secco Ghiacciato 1/2 Fettina Limone... Leggere il seguito

    Da  Inonno
    CUCINA, RICETTE
  • Lee Ranaldo di New York

    Ranaldo York

    Se si parla dei Sonic Youth si parla di New York. Dall’inizio degli anni Ottanta fino ad oggi i Sonic Youth hanno continuato orgogliosamente ad essere una... Leggere il seguito

    Da  Witzbalinka
    CULTURA, VIAGGI
  • Synecdoche New York

    Synecdoche York

    Immaginate di conoscere il nome della donna della vostra vita.Immaginate di sapere dove abita.Immaginate di conoscerne i gusti, le passioni, le paure. Leggere il seguito

    Da  Giuseppe Armellini
    CINEMA, CULTURA
  • NEW YORK #1 - Central Park

    YORK Central Park

    Ciao a tutti amici carissimi! Da tanto tempo riflettevo sulla possibilità di realizzare una vera e propria rubrica sulla città che amo di più (come voi ben... Leggere il seguito

    Da  Lafenice
    AMERICA, VIAGGI
  • Cazzofaccio: New York

    Cazzofaccio: York

    So bene che aspettate il Cazzomimetto Matrimoni come delle assatanate ma anche e soprattutto per coerenza editoriale non mi sembra il caso di parlare di... Leggere il seguito

    Da  Lazitellaacida
    PER LEI, TALENTI
  • Giovani artisti a New York

    Giovani artisti York

    Gli ingovernabili entrano nel New Museum (Nuovo Museo) di New York. Con questa fortunata etichetta, quella di ingovernabili, l’istituzione americana, nella... Leggere il seguito

    Da  Witzbalinka
    CULTURA, VIAGGI