Magazine Società

Dalla piazza web

Creato il 29 maggio 2020 da Speradisole

DALLA PIAZZA WEB

DALLA PIAZZA WEB
Tutti dicevano che dopo questa pandemia, “saremo più buoni”, o che “andrà tutto bene”.

Non è così.

In poco più di quindici giorni, il web ha dato prova, tristemente, del peggio del peggio che può produrre.

Che dietro una tastiera ci si possa sentire ruggenti come leoni, è ormai consolidato.

Che si sorpassi ogni limite di decenza, anche sì.

Ma questo non dà prova di civiltà.

E non lo è stato leggere gli insulti e i messaggi violenti, verso e contro Silvia Romano, la cui conversione all’Islam e il suo volto sereno, non sono andati giù.

Sul gozzo di molti, è restata la presunta certezza del pagamento del riscatto che, oggi, sembra non essere stato pagato dall’Italia, ma dal Qatar, in cambio dell’uranio.

Sta il fatto che, dal semplice internauta al consigliere veneto, fino all’acculturato, sono volate, via aria, ingiurie e offese al limite del lecito.

Da – ennesima oca giuliva, poteva stare a casa e aiutare gli italiani, a – lasciatela lì, se è lì che è voluta andare, fino a – impiccatela, post poi, prontamente rimosso.

Molti si sono improvvisati addirittura psicologi.

Così Silvia Romano è diventata un oggetto su cui scagliare improperi.

Di lei, persona, a nessuno è interessato.

Siccome però, a noi, non va di erigerci a giudici, perché non abbiamo camminato nelle sue scarpe e perché, di fatto, non conosciamo nemmeno i retroscena, ci limitiamo a leggere che s’era, addirittura, valutata la possibilità di darle una scorta.

Scorte che peraltro arrivano, oggi, a Fontana, a Sileri e a Azzolina perché anche loro, per altre ragioni, sono bersagli di minacce.

Rabbie represse o libero sfogo o giusta causa possono giustificare, secondo voi, un simile abuso di insulti, ingiurie e prepotenza?

Non è questa la democrazia.

La democrazia è anche e soprattutto rispetto dell’altro.

A me sembra la scuola del Vaffa, una roba violenta, superficiale, illetterata, maleducata, irrispettosa, cattiva.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine