Magazine Informazione regionale

De Magistris a un convegno dei No Vax: i medici protestano

Creato il 02 novembre 2017 da Vesuviolive

De Magistris a un convegno dei No Vax: i medici protestano

Napoli – L’Ordine dei Medici di Napoli e Provincia prende le distanze dal convegno in programma martedì 14 novembre nella Sala del Consiglio Metropolitano di Santa Maria La Nova a Napoli. “La locandina del convegno – si spiega in una nota dell’Ordine – porta come titolo ‘Nuovi obblighi e libertà di scelta. Vaccini, Salute, Scuola e Costituzione’ e vi campeggia anche il logo del Comune di Napoli.

“Sono scioccato – dice il dott. Silvestro Scottinel verificare una così forte partecipazione del Comune di Napoli ad un appuntamento dequalificante e fuorviante come questo. E’ gravissimo che il Comune di Napoli abbia concesso il patrocinio ad un evento dichiaratamente No Vax, che abbia confermato la presenza del sindaco e di due suoi assessori con deleghe al Welfare e all’Istruzione e che abbia messo in programma di ospitare l’evento nella Sala del Consiglio Metropolitano.”

“Più grave di tutto questo, se possibile, è l’aver accomunato – continua nella nota – l’immagine del Comune ad un convegno nel quale viene invitato a parlare di vaccini un laureato in medicina (Dario Miedico n.d.r.), radiato dall’Ordine per le sue idee antiscientifiche. Un evento del genere, fatto durante la campagna di vaccinazione antinfluenzale, rischia di trasmettere messaggi contrari all’uso dei vaccini che potrebbero in ultima analisi scoraggiarne l’impiego da parte dei cittadini”.

Il primo cittadino Luigi De Magistris ha subito voluto rispondere alle accuse dichiarando: “E’ una polemica inutile: abbiamo ascoltato le posizioni dei No Vax così come ascoltiamo quelle di tutti, e ci hanno invitato a confrontarci su questi temi. Un paese democratico non può avere paura delle opinioni, soprattutto su temi che intaccano la vita. Sono stato chiamato a esprimere la mia opinione da giurista e l’auspicio è quello di creare un dibattito costruttivo fra le parti.”


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :