Magazine Architettura e Design

Decluttering, come iniziare

Creato il 28 dicembre 2017 da Gaico @hooha_home

Il decluttering non è altro che la semplice pratica di liberarsi di oggetti vecchi o inutili. Se riconoscete di avere qualche problemino con l’armadio della vostra camera da letto perchè straripa di vestiti indossati in rare occasioni, se avete una predisposizione ad accumulare vecchi giornali e riviste sul vostro tavolo di lavoro, o se ammettete di avere difficoltà a tenere in ordine la casa, allora è arrivato il momento di pensare a una buona azione di decluttering.

Dove accumuliamo oggetti inutili?


Non sembra vero, ma senza rendercene conto, accumuliamo in casa un’enormità di cose inutili. Solo nell’ambito dell’elettronica pensate a quanti cavi, batterie scariche, chiavette USB inutilizzate, floppy disk o CD di installazione di software ormai obsoleti, ci troviamo in vari angoli della casa.
Passando alla cucina è facile ritrovarsi con contenitori degli alimenti in sovrabbondanza o addirittura con elettrodomestici mai o poco utilizzati (pensate a quella macchina del pane messa in funzione solo due o tre volte dopo l’acquisto oppure alla padella wok che tirate fuori un paio di volte l’anno…).
Senza pensare all’armadio dei vestiti: è qui che il decluttering è messo più in pratica. Dalla maglietta che ci ricorda l’ultimo concerto seguito dal vivo nei lontani anni ’90 al maglione a collo alto ricevuto in dono a Natale almeno sette anni fa, l’armadio è pieno di indumenti che non saranno mai indossati. Eppure restano lì, inspiegabilmente.

Come mettere in pratica il decluttering?


La prima regola è questa: le cose eliminate devono uscire dalla vostra casa. E quindi non dovranno essere spostate nel garage o in cantina. Non eliminereste, infatti, il problema dell’accumulo di cose, ma semplicemente vi complichereste ulteriormente la vita, trovandovi a fare un trasloco di oggetti inutili, che dovranno essere comunque eliminati in un prossimo futuro.
Conviene iniziare sempre al mattino, quando avete più energia e più voglia, e soprattutto, poca fretta. Iniziate da una stanza, e solo quando avrete finito con quella, iniziate con un altro spazio della casa.
Attrezzatevi con buste, e scatoloni se necessario, etichette e un pennarello, che vi serviranno per capire quale direzione prenderanno gli oggetti eliminati.
Non tutto, infatti, è da buttare. Quando si decide di riordinare la camera da letto o la cabina armadio, per esempio, gran parte degli indumenti eliminati potranno anche essere regalati ad amici o donati a qualche associazione di volontariato.

Attenzione a non accumulare


Se non volete ritrovarvi a trascorrere infinite giornate a fare decluttering, che può essere divertente ma è anche impegnativo, la prima cosa da fare è quella di non accumulare oggetti in casa.
Probabilmente, vi dispiacerà un po’, ma se ricevete un pensiero o un regalo che non vi piace nel momento stesso in cui lo scartate, evitate di tenervelo in casa e sbarazzatevene subito (senza farlo sapere a chi ve lo ha regalato…). Bomboniere di battesimi, comunioni e matrimoni sono nel 90 per cento dei casi oggetti inutili: valutate bene se vale davvero la pena di tenerli.
Capitolo vestiti: spesso e volentieri ereditiamo indumenti seminuovi o ben tenuti dalla sorella maggiore, dalla zia o dalla mamma. Se pare poco gentile rifiutare è anche vero che riempirsi l’armadio con abiti che in fondo non abbiamo scelto noi, è spesso controproducente, perchè non li metteremo mai.
La regola quindi è quella di non raccogliere tutto quello che ci viene regalato o offerto. Ultimo consiglio: per ogni cosa che entra in casa una ne esce.

L'articolo Decluttering, come iniziare proviene da HoohaHome.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :