Magazine Cultura

Demo indovino

Creato il 24 febbraio 2020 da Renzomazzetti

DEMO INDOVINO

DEMO INDOVINO

E’ arrivato il tempo” si gridava in un’iniziativa politica romana. Il tempo… ma chi è questo indovino di tempo? Tempo bello, brutto, catastrofico, tempo di chi, per chi, di cosa e per che cosa? Non è dato precisamente sapere, certamente non era il tempo propizio del demo quasi cristiano di turno? Sì, e per chi e per che cosa? Però c’era un virus politico che dilagava, per poco tempo, la parte di cervello ignara dell’ingenuo lettore alle poste italiane di un vecchio libro di un traditore Veltroni Fallito. Poi il vittorioso Nordico Sceso, difendeva i confini contro neri e terroni, girava con una nera lanterna per adombrare il suo territorio. Il Mezzogiorno, per difendersi, diffuse tutta la sua calorosa luce naturale. Napoli organizzò straordinarie edizioni per insegnare quell’arte di vivere che lo salvò dal colera e da Nordico Sceso. (Ricordo da un racconto di Maya).

CINA E NON SAPREI

La guerra moderna:

Non sangue e distruzioni

truppe terrorizzanti popolazioni;

raffinata e persino gentile:

Virus intelligente;

non colpisce l’infante,

ma per il commerciante:

dipende dalla provenienza,

dipende dalla convenienza,

dipende dalla dipendenza.

E’ fatale.

Come mai,

ma, perché?

Il mercato ha scelto:

Virus, è:

Campo di battaglia globale.

Scusi, e poi?

Vedremo…

Forse qualcosa di psicologico avanzato?

Allora, chi ha attaccato?

Non Saprei (ministro esteri)

risponde imbarazzato.

Marco Polo?

Defunto… da tempo…

scomparso da tanto tempo…

ed è risaputo…

però… per cosa…

saprò?

-Renzo Mazzetti Bicefalo (22 Febbraio 2020)

Vedi:

MILLINO

CANTO TERRONE


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine