Magazine Attualità

Detrazioni IRPEF del 50% per ristrutturare la tua piscina entro il 31 dicembre 2015

Creato il 24 settembre 2015 da Yellowflate @yellowflate

Desideri rimettere a nuovo la tua piscina? Ci sono dei lavori di manutenzione straordinaria che hai in mente di fare da tempo e stai aspettando il momento giusto? Allora affrettati, perché fino al 31 dicembre 2015, puoi ancora usufruire delle agevolazioni fiscali messe a disposizione dallo Stato per chi svolge lavori di miglioria e recupero di immobili già esistenti.

Cosa si intende per agevolazioni fiscali?

Si tratta di detrazioni per la ristrutturazione di piscine da applicare al tuo imponibile Irpef, pari al 50% dell'importo pagato fino ad un tetto massimo di 96.000 €. Significa che ti verrà restituita la metà dei costi! Decisamente un'occasione da non perdere.

Qualche dettaglio in più sulle agevolazioni fiscali:

  • A chi è rivolto? A tutti coloro che eseguono lavori di ristrutturazione edilizia o di miglioria abitativa su immobili già esistenti, anche se acquistati da poco. L'importante è che non siano costruiti ex-novo.
  • Qual è l'aliquota? L'aliquota da detrarre è pari al 50% delle spese sostenute fino al 31 dicembre 2015, dopodiché, dal 1 gennaio 2016, tornerà ad essere del 36%.
  • Qual è il massimale di spesa? La soglia massima prevista per il rimborso è 96.000 € per unità immobiliare, a patto che le spese siano sostenute entro e non oltre il 31 dicembre 2015. Dal prossimo gennaio, infatti, il tetto sarà abbassato a 48.000 €.
  • Come verranno rimborsati i soldi? La somma da rimborsare sarà suddivisa in parti uguali e spalmata su 10 anni. Ogni anno dovrà essere sottratta dall'imponibile Irpef la quota corrispondente.

Quali lavori di ristrutturazione della piscina sono soggetti ad agevolazioni?

Come abbiamo detto, le piscine interrate entrano di diritto a far parte dell'immobile e come tali sono soggette ad agevolazioni, a patto che si tratti di strutture già esistenti. Tra gli interventi che rientrano nel regime agevolato ci sono:

  1. Il rifacimento di pavimentazione e bordo vasca
  2. La sostituzione del rivestimento interno dell'impianto
  3. La manutenzione o l'installazione dell'impianto di riscaldamento
  4. La manutenzione o l'installazione dell'impianto di ricircolo dell'acqua e di quello di filtrazione
  5. La manutenzione o l'installazione del sistema di illuminazione
  6. L'aggiunta di accessori e comfort per la piscina, quali l'idromassaggio, il nuoto controcorrente e il trampolino.

Inoltre, puoi detrarre anche tutte le altre spese connesse ai lavori di manutenzione, come:

  • I costi per l'acquisto di materiali
  • I costi per la progettazione e la pianificazione dei lavori
  • I costi per le prestazioni professionali connesse
  • I costi dei diritti pagati per autorizzazioni e concessioni varie
  • L'imposta di valore aggiunto

Come fare per ottenere le agevolazioni?

Se desideri usufruire delle agevolazioni, allora devi tenere tutta la documentazione relativa ai lavori sostenuti e relative fatture che attestino le spese e i costi. Se non sei pratico, ti consigliamo di rivolgerti ad un professionista fidato che ti aiuterà a districarti tra gli intricati intrecci burocratici.

Grazie alla ristrutturazione della tua piscina potrai migliorare l'ambiente che vivi rendendolo più accogliente e sicuro per tutta la famiglia.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :