Magazine Informazione regionale

Di Lorenzo: “Che bella la chiamata di Mancini, ero con la mia ragazza”

Creato il 10 ottobre 2019 da Vivicentro @vivicentro
“Ho iniziato giocando da attaccante, mi chiamavano ‘Batigol'”

Giovanni Di Lorenzo, terzino destro del Napoli, è stato convocato per la prima volta in carriera con la Nazionale maggiore grazie alla chiamata del commissario tecnico Roberto Mancini. Il calciatore ex Empoli ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni dei canali sociale della Federazione Italiana Giuoco Calcio, raccontando le sue sensazioni al momento della convocazione e anche del suo passato, da quando era bambino, passando dal Mondiale vinto nel 2006 dall’Italia alla prima convocazione con la nazionale under 21 di Gigi Di Biagio ma anche del suo soprannome ‘Batigol’ assegnatogli da un dirigente.

Ecco le dichiarazioni di Di Lorenzo:
“Brutto voto a scuola? Non ero bravissimo. Alle medie forse… La prima volta che mi hanno chiamato Batigol, lo vedevo giocare, il dirigente che mi vide era tifosissimo della Fiorentina. Io sono partito attaccante e mi mise questo soprannome. La prima volta che ho indossato l’azzurro è stato nel 2013 con Di Biagio, è stata una bellissima emozione. Mancini e la convocazione? Ero a casa con la mia ragazza, mi è arrivata la chiamata e non me l’aspettavo. Sono contentissimo. Voglio viverla alla grande, ringrazio Mancini. Nel 2006 ho esultato parecchio quando abbiamo vinto il Mondiale”.

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo Di Lorenzo: “Che bella la chiamata di Mancini, ero con la mia ragazza”


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog