Magazine Società

Diario africano - 32/Dialoghi tra una giraffa seduta e un gorilla pensoso

Creato il 12 dicembre 2014 da Mapo
Ci sono una giraffa seduta e un gorilla pensoso su un libro, in una stanza di questo strano luogo a due passi dalla Savana. Abbiamo chiesto a qualcuno di immaginare che cosa possano dirsi, di scriverlo e poi di recitarlo. E il risultato è stato sorprendente.
Qui (https://dl.dropboxusercontent.com/u/4254938/Gorilla%20pensoso%20e%20giraffa%20seduta.pdf) ci sono tutti i dialoghi. Questo qui sotto, invece, è solo il mio.
Diario africano - 32/Dialoghi tra una giraffa seduta e un gorilla pensoso
GS (senza voltarsi): sei ancora li?GP: Si, non riesco a smettere. Intendo di fissarli.GS: Ma chi?GP: Non li vedi quei visi pallidi laggiù, con i fogli in mano?GS (si volta): Eeeeh, effettivamente sono ridicoli...GP: Proprio non capisco cosa stiano facendo. Sarà almeno mezz’ora che se ne stanno lì a fare versi strani. Forse è una danza.GS: Mmmmm…. Magari stanno pregando.GP: Puoi smettere di usare i punti di sospensione? Proprio non se ne può più. E’ la generazione di Whatsapp, guarda, con questa dipendenza quasi fisica dalle pause ad effetto, i discorsi lasciati a metà, l’idea che qualunque cosa si stia dicendo non sia mai quella definitiva.Comunque no.GS: …GP: Non stanno pregando. Guarda che facce, sarà mica quel rituale strano che fanno appena prima di accoppiarsi?GS: Non sapevo che i Muzungo si accoppiassero in branco. Mamma dice che fanno le uova.GP: Ma va! Pensa: le femmine della specie esplodono quando danno alla luce un piccolo Muzunghino.GS: E cambiano colore a seconda di dove si siedono!GP: Neanche per sogno, quelli sono i camaleonti. A loro succede solo quando stanno troppo al sole. O quando si innamorano. Lo chiamano imbarbazzo, credo, una cosa così.GS: Tu chiamale se vuoi emozioni...GP: Stiamo divagandoUna voce fuori campo, dall’accento fortemente italiano: tu chiamale se vuoi emozioni!GP: Hai sentito anche tu? Chi ha parlato?GS: Veniva da laggiu. Senti, senti: stanno ripetendo, fissando quei fogli, quello che abbiamo detto poco fa.GP: Anche i tuoi puntini?GS: Proprio cosi! E guarda quei denti. Aiuto! Stanno ringhiando?GP: Proprio no, giraffa seduta, stanno ridendo. L’ho letto una volta in un libro. E’ una cosa che fanno quando sono felici.GS (fa una smorfia): vado bene cosi?GP (grattandosi il mento): più o meno.GS: Pensavo… se ridono allora, noi due in questa foto sfocata, non siamo poi così male.GP: Già. La prossima volta volta, però, mettili gli accenti!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazine