Magazine Tecnologia

Digital Foundry analizza la versione Xbox 360 di Rise of the Tomb Raider rilevando ottimi risultati - Notizia - Xbox One

Creato il 16 novembre 2015 da Intrattenimento

Facendo le dovute proporzioni

La rubrica Digital Foundry ha analizzato anche la versione Xbox 360 di Rise of the Tomb Raider rilevano delle ottime performance per il gioco sulla console "old-gen" di Microsoft.
In definitiva lo considera uno dei migliori adattamenti visti finora da next-gen a console della generazione precedente. Nonostante la quantità di soluzioni tecniche adottate da Crystal Dynamics su Xbox One faccia pensare che il gioco non sia stato sviluppato tenendo in mente la necessità di farlo uscire anche sulla console precedente, ovvero senza risparmiare sulle caratteristiche grafiche ma spingendo invece al massimo su tale aspetto, la versione Xbox 360 riesce a tenere il passo grazie all'ottimo lavoro effettuato Nixxes.
Ovviamente, facendo le dovute proporzioni: non si tratta solo di risoluzione più bassa, che su Xbox 360 è fissata a 720p rispetto ai 1080p di Xbox One, ma anche di un'ampia gamma di effetti e materiali che sono stati tagliati nella versione Xbox 360. Ci sono meno materiali riprodotti, la risoluzione delle ombre è ridotta alla metà, non c'è tessellation né tressFX, ridotta la qualità di SSAO e il texture filtering risulta di qualità molto più bassa rispetto alla controparte per Xbox One ma gli elementi di base ci sono tutti e il gioco si presenta solidamente ancorato ai 30 frame al secondo. In generale, un ottimo lavoro di trasposizione da parte di Nixxes sul gioco di Crystal Dynamics.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog