Magazine Tecnologia

DigitalBees e Marzio Tamer: una partnership di successo

Creato il 02 novembre 2017 da Alessandro Ligas @TTecnologico

Risultati immagini per DigitalBees e Marzio TamerLa bellezza salverà il mondo – affermava Dostoevskij, ed è proprio il caso il dirlo, oggi più di ieri, soprattutto in un momento di fermento tecnologico e tensione verso il futuro come l’attuale: l’incontro fra fine art e innovazione digitale non può che portare a grandi risultati. I numeri infatti non mentono e decretano il successo della partnership nata fra DigitalBees – il primo videofacilitatore italiano di contenuti audiovisivi di qualità, guidato da Barbara Bontempi – e “Marzio Tamer, pittore per natura”, la più poetica fra le mostre protagoniste d’arte dell’autunno milanese, promossa da Comune di Milano e Galleria Salamon, e ospitata negli spazi del Museo di Storia Naturale di Corso Venezia, a Milano.

“Una partnership nata da un sentire comune” – sottolinea Lorenza Salamon, curatrice della mostra – “il desiderio dei partecipanti di fare del bello, la voglia di realizzare un progetto unico e di lanciare, anche in modo non tradizionale, questa mostra molto importante. Così, accanto ad attività di comunicazione più classiche, abbiamo deciso di creare una sinergia legandoci al mondo dei video, con produzioni realizzate da DigitalBees e promosse direttamente da loro. Un successo: di stile e di risultati, e ovviamente della mostra che ha ricevuto dal giorno dell’inaugurazione un afflusso costante di visitatori e si sta assestando tra le mostre più viste dell’autunno milanese 2017 e sia noi sia Comune e Assessorato siamo molto contenti”.

La start up guidata da Barbara Bontempi è specializzata nella fornitura di contenuti video ai publisher e su qualsiasi piattaforma online, grazie a un’esclusiva tecnologia proprietaria; DigitalBees è stata dunque scelta da Lorenza Salamon della Galleria Salamon per il suo approccio innovativo nel promuovere questo evento culturale, attraverso la realizzazione e la divulgazione di due video – eleganti e raffinati come la pittura di Tamer – sul proprio network di media digitali.

“Abbiamo riconosciuto subito la stessa sintonia e gli stessi intenti” – sottolinea Bontempi, CEO di DigitalBees – “e il successo è stato immediato: solo durante le prime tre settimane di lancio sono state registrate più di 900mila videoview e oltre 40.000 visualizzazioni giornaliere. La chiave del successo di questa operazione, tuttavia, risiede anche nel modo in cui DigitalBees ha saputo gestirla”.

DigitalBees si è occupata di ogni aspetto della partnership: studio, produzione e divulgazione del video secondo il modello di business della start up milanese. Il contenuto sulla mostra di Marzio Tamer è stato inserito nelle playlist in linea con il piano editoriale dei publisher che fanno parte del network ed è stato gestito come video di content marketing integrato e non come semplice preroll. Un’ulteriore scelta strategica spiega l’importante successo del progetto promozionale dedicato alla mostra: il formato utilizzato è stato principalmente il DB Native Video Widget InContent, a cui oltre alla
playlist temporanea per il lancio è stata abbinata una “skin”, ovvero una vera e propria cornice a sua volta dedicata all’evento.

Questo ha permesso ai video sulla mostra di Tamer di integrarsi al meglio con il contenuto editoriale, incontrando un favore maggiore da parte dei fruitori appassionati di arte e cultura, pur mantenendo il loro carattere promozionale e informativo.
Tra le molte playlist gestite da DigitalBees – ovvero gli insiemi di contenuti video omogenei distribuiti nel network DigitalBees – i video promozionali sono erogati, dunque, su quelle che, per caratteristiche e DNA, più si avvicinano al tema trattato e al soggetto.

Un approccio, questo, che il team di DigitalBees studia in modo tailor made, grazie alla presenza al suo interno di una vera e propria squadra redazionale. In questo caso sono state scelte quelle dedicate all’arte, allo spettacolo, al mondo della famiglia e degli
animali, dirette perciò a un pubblico già selezionato e già potenzialmente interessato a partecipare o informarsi su un evento culturale. “È questa la forza del nostro approccio” – sottolinea Bontempi – “la capacità che abbiamo di convogliare i contenuti verso
panel e target specifici, un asset sicuramente per tutti coloro – publisher, agenzie PR e clienti – che si rivolgono a noi”.

La scelta fatta da DigitalBees è risultata vincente, permettendo l’unione (virtuosa) fra un contenuto digitale fruito day by day e in tempo reale – per sua natura effimero – e un contenuto più introspettivo e intangibile: l’arte. Un plus che ha contribuito in maniera
attiva al grande successo di pubblico della mostra registrato dal giorno di inaugurazione.

Potete vedere un esempio dei video qui: https://www.digitalbees.it/incontent/

Annunci

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :