Magazine Psicologia

Disastri ecologici del passato: la Raffineria Garrone di San Quirico, nella Val Polcevera, in Liguria

Da Valeriorosso

san-biagio-passato

In Italia la “questione ecologica” ritorna con andamento ritmico alla ribalta sui media ed ogni cittadino italiano trema sapendo che, oggi come in passato, coloro i quali gestiscono la cosa pubblica, nella migliore delle ipotesi, affronteranno i problemi correlati come dei dilettanti. In apparenza oggi ci chiedono almeno il parere prima di attuare scelte scellerate ad alto impatto ecologico, ma c’è stato un tempo in cui le scelte “ad alto impatto ecologico” semplicemente accadevano, silenziosamente, ineluttabilmente… Ad esempio credo che nessuno riuscirà mai a capire sino in fondo come mai una regione come la Ligura, con potenzialità turistiche immense non sia stata gestita con l’obiettivo di diventare una specie di piccola Florida italiana, ovvero un luogo nel quale la principale risorsa economica potesse essere il turismo. Al contrario durante tutti gli anni ’50, ’60 e ’70 amministrazioni scellerate, spinte dai poteri forti dell’industria e con l’appoggio di forze di governo sono riuscite ad industrializzare questo meraviglioso angolo di mondo generando disastri ambientali con conseguenze, sul piano della salute pubblica, ancora tutte da comprendere e valutare a fondo sul piano statistico-epidemiologico. E’ un pochino come adesso che, invece di far diventare il Sud dell’Italia una specie di paradiso terrestre per tutti i turisti stranieri, stiamo pensando di trivellare.





Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :