Magazine Cinema

Dollhouse, 5 motivi per cui amare la serie ideata da Joss Whedon

Creato il 13 dicembre 2013 da Oggialcinemanet @oggialcinema

Dollhouse, 5 motivi per cui amare la serie ideata da Joss Whedon

13 dicembre 2013 • Serie TV, Vetrina Cinema, Vita da Cult

5 motivi per cui amare Dollhouse

Con l’arrivo delle vacanze natalizie anche le nostre serie tv si prendono una meritata pausa. Inauguriamo così Vita da Cult, una rubrica settimanale, che scandaglierà tutte le serie tv più amate (ed odiate) dal pubblico. Ci saranno produzioni di ultima generazione ma anche quelle che si sono perse nella marea dei ricordi. Questo venerdì iniziamo con Dollhouse, una produzione della FOX trasmessa tra il 2009 ed il 2010. Arrivata anche qui in Italia sulle frequenze di Sky, questa serie fu creata da quel genietto piuttosto incompreso di Joss Whedon, lo stesso che ha dato i natali a Buffy the vampire Slayers, Angel, FireFly, che ha diretto The Avengers e Serenity, e che attualmente scrive e produce gli episodi di Marvel’s Agents of SHIELD per la ABC.

Dollhouse era uno sci-fi intelligente, teso, con una trama avvincente e con dei personaggi al fulmicotone e seppur la vicenda poteva risultare a volte un po’ macchinosa, grazie ad un’ironia graffiante, alcune lacune nella sceneggiatura venivano saggiamente eclissate.  Programmato forse in un periodo infelice per la tv americana, la serie è stata cancellata dopo 26 episodi e due stagioni. Questo non vuol dire però che il finale non sia entrato nella storia della televisione. Quindi se durante le festività tra un panettone e l’altro, volete recuperare quest’interessante serie tv, ecco quali sono i 5 motivi che vi faranno amare alla follia Dollhouse.

Locandina promozionale per Dollhouse

Locandina promozionale per Dollhouse

1. La serie vedeva il ritorno in tv di una raggiante Eliza Dushku dopo un periodo di inattività e qualche film di serie B. Protagonista indiscussa, Eliza in Dollohouse era Echo, una Doll che lavorava per una strana e misteriosa organizzazione governativa. Vestita con abiti succinti e con la battuta sempre pronta, la Dushku è il primo reale motivo per cui la serie va vista nella sua interezza.

2. Marchingegni elettronici, soffitte misteriosi ed intrighi internazionali erano all’ordine del giorno in Dollhouse. Eppure la serie è risultata essere la produzione televisiva più nerd della stagione 2009-2010; tutto grazie alla presenza di Thopher (Fran Kranz), irriverente ed amorevole esperto di computer nonché ideatore del sistema delle Dolls. Con il capello spettinato e la battuta sempre pronta, Thopher è risultato essere uno dei personaggi più amati della serie.

3. Fin dal primo minuto del pilot, si percepivano tutte le caratteristiche principali della poetica di Joss Whedon, tra le quali spiccano l’ironia ed il mistero. Anche se non siete dei veri estimatori del famoso regista, amerete lo show per  il suo modo di raccontare le storie, sempre bilico tra finzione e realtà, toccando il sociale, la politica e la realtà odierna.

4. Per la prima volta dopo tanto tempo, in Dollhouse, troviamo un villain che incute davvero timore. Alpha che farà la sua apparizione nel sesto episodio della prima stagione, è un cattivo in cerca di vendetta, guidato solamente dalla sua follia. E’ un personaggio eclettico che fa venire i brividi solo se veniamo sfiorati dal suo sguardo, intelligente e soprattutto crudele come non mai.

5. La serie che ha cambiato i classici stilemi di un dramma fantascientifico, va amata per i fattori sopra elencati ma soprattutto per alcuni motivi fondamentali (che a conti fatti potrebbero risultare anche un po’ futili ma se vengono a mancare si toglie tutto il divertimento). Dollhuose era unica nel suo genere per: la sigla di apertura, il suo grado di perversione, per l’accento inglese della signora Dewiit, per l’atmosfera che si viveva alla Rossum (sede dell’organizzione) e per quell’episodio finale (Epitaffio due) che colpiva nel profondo del cuore con una potenza infinita di emozioni e lacrime.

Di Carlo Lanna per Oggialcinema.net 

AngelBuffy the vampire SlayersDollhouseEliza DushkuFireFlyFOXFran KranzJoss WhedonMarvel’s Agents of SHIELD


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :