Magazine Tecnologia

Dopo il caso Star Wars Battlefront 2, gli analisi riducono le previsioni di vendita di EA

Creato il 22 dicembre 2017 da Lightman

Il caso Star Wars: Battlefront 2 ha scosso in maniera decisiva tutto l'ambiente videoludico: la vigorosa protesta dei giocatori nei confronti delle politiche commerciali attuate da EA e DICE hanno addirittura portato alla sospensione temporanea delle microtransazioni presenti all'interno del titolo.

L'impatto dovuto a quanto accaduto non è di poco conto, avendo di fatto provocato la deviaazione di quelli che erano i piani iniziali di Electronic Arts. Secondo gli analisti di Cowen, il publisher subirà delle importanti ripercussioni, tra cui un ridimensionamento del profitto finanziario derivato dal titolo sviluppato da DICE.

"Abbasseremo le nostre previsioni per l'attuale anno fiscale, dal momento che crediamo che le performance di Star Wars Battlefront 2 (unità vendute minori + slittamento delle microtransazioni) siano state piuttosto deludenti. La reazione negativa dei giocatori nei confronti del modello economico delle loot box ha chiaramente avuto un impatto sulle vendite. Pensiamo che questo sia un sintomo del malcontento dei core gamer nei riguardi della strada intrapresa dalle microtransazioni".

Da 14 milioni di unità, si stimano adesso 11 milioni di copie per Star Wars Battlefront 2, con performance di vendita iniziali inferiori del 20-30% rispetto al predecessore, secondo gli analisti. Cowen cita anche un lancio deludente per Need for Sped: Payback, che incassa anche il colpo di non aver ricevuto delle recensioni entusiastiche.

Star Wars Battlefront 2 è disponibile per PC, PS4 e Xbox One.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :