Magazine Marketing e Pubblicità

Dove e i “fatti alternativi” di Trump

Creato il 31 gennaio 2017 da Folliacreativa.com

print-dove-alternative-facts-trump

Ecco una print campaign decisamente sul pezzo! La storia è questa: dopo il giuramento di Donald Trump il portavoce Sean Spicer annuncia che l’affluenza dei cittadini all’evento è stata altissima. Dichiarazione poi smentita da alcune foto aeree apparse sui giornali.
Ed è allora che Kellyanne Conway, consigliere del Presidente, risolve il problema dicendo che le affermazioni di Spicer sono “fatti alternativi“. Perché ostinarsi a credere nell’esistenza di cose chiamate “menzogne” quando si può semplicemente parlare di alternative facts, in fondo? A questo punto vale tutto e il marchio Dove può anche mettere su carta stampata (qui la pagina a dimensioni maggiori) che il suo nuovo deodorante aumenta il tuo QI di 40 punti, che era usato anche da Cleopatra, che migliora il tuo segnale wi-fi e altre corbellerie!

Fonte


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :