Magazine Cultura

DreiW 2036 (A. Cadamuro)

Creato il 04 agosto 2019 da Stefania
Non amo i distopici, chi mi conosce o semplicemente mi segue lo sa. Partecipando a della challenge di lettura, però, capita spesso di trovare questo genere tra gli obiettivi così mi trovo, puntualmente, a leggerne uno.Stavolta ho scelto un autore del tutto sconosciuto per me, Alessio Cadamuro, che propone una storia in cui ha sommato distopia, viaggi nel tempo, presente e futuro, amore ed avventura. Un romanzo che si legge facilmente, non complicato e scorrevole anche se - non posso non dirlo - mi sono imbattuta in diversi errori che andrebbero corretto, per lo meno nella versione e-book. Non so dire se si ripetano nella cartacea ma mi auguro di no.
Non è un racconto stilisticamente ricercato, questo anche va detto. La narrazione è semplice e piuttosto acerba ma non per questo meno gradevole.
DreiW 2036 (A. Cadamuro)L'avventura è ben strutturata, il protagonista cattura fin da subito l'attenzione e le sfide che si trova davanti offrono anche una certa vivacità ad una storia che riserva qualche sorpresa.
Dico fin da subito che mi è piaciuto il finale e trovo che sia il frutto di una positiva intuizione.
DreiW 2036: siamo in un futuro in cui il governo domina la vita di tutti grazie a social network e anche alle www - le drei W - di internet che non solo tengono tutti schedati ma anche controllati a vita.Non siamo molto lontani dall'oggi che stiamo vivendo e, a ben guardare, oggi siamo sulla strada giusta per arrivare agli eccessi del 2036 dove gli uomini sono dipendenti in tutto e per tutto dalle tecnologie, sempre connesso con un unico, potente social network che permette alle informazioni di circolare, che permette a tutti di sapere tutto di tutti gli altri. Soprattutto al governo. Un governo totalitario che ha vietato l'uso della carta (considerato un reato) ed ha obbligato, invece, l'uso di questi dispositivi utilizzando anche un braccio armato - le DreiW - che ha il compito di mantenere il controllo e riportare sulla retta via coloro che si discostassero da ciò che il governo impone. Giorno dopo giorno la libertà appare sempre più lontana, sacrificata sull'altare del controllo supremo.
Fantascienza, distopia e cyberpunk si sommano in una storia in cui il protagonista - un giovane e promettente fisico che risponde al nome di Martin Freis - ha perso le gambe in un incidente sul lavoro e, a seguito di ciò, si trova a lavorare per il governo al Dipartimento Numerale di Derna, l'ente incaricato di analizzare e catalogare le tendenze del Social. Un lavoro tranquillo, che non gli crea nessun problema. Sarà proprio lui, però, la chiave di volta: a lui spetterà un incarico delicato e di fondamentale importanza per tutta l'umanità. Entrerà in contatto con un futuro in cui gli uomini - così come concepiti - si saranno del tutto estinti e dove sarà la cibernetica a mantenere in vita esseri bionici con il cervello umano.
L'ho letto in una giornata e con la voglia di sapere come la storia andasse a finire. Pur non amando il genere, lettura promossa. Non posso dire a pienissimi voti ma promossa.***DreiW 2036Alessio Cadamuro229 pagineKindle Unlimited

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines