Magazine Lifestyle

E' così che si fa

Creato il 25 marzo 2020 da Hayls

E' così che si fa

Titolo: E' così che si fa
Autore: Giulia Rossi
Editore: Nord
Anno: 2019
Pagine: 336
Prezzo: 16,90
Trama:

Se chiedessimo al professor Federico Gastaldi quando tutto è cominciato, lui risponderebbe d'istinto: "Quel pomeriggio d'ottobre. Proprio nel momento in cui mia moglie aveva più bisogno di me, io avevo altro per la testa e non ho nemmeno sentito il telefono. Da allora mi è andato tutto storto, e ho commesso fin troppi sbagli..."
Questo romanzo, invece, inizia qualche mese dopo, una mattina di maggio, quando a scuola - un liceo classico di una cittadina di provincia - viene trovato un biglietto anonimo che subito viene fotografato e condiviso sulle chat di WhatsApp. È una confessione, uno sfogo, forse una lettera d'addio. Per gli insegnanti, l'autore è di sicuro uno studente, ma chi? L'ultimo a sapere dell'accaduto è come al solito Federico, che tornato a casa si accorge di avere il telefono pieno di notifiche. Legge i messaggi allarmati dei colleghi, infila la mano nella tasca dei pantaloni e impreca... Ha perso quello stupido biglietto, scritto di getto all'alba, e proprio nei corridoi della scuola! Nel giro di un paio di giorni, il biglietto diventa virale su Facebook e la storia monta a tal punto da interessare persino giornali e televisione. Ma un risvolto positivo in questa faccenda c'è. Mentre è freneticamente impegnato a non farsi scoprire e a proteggere la sua vita privata dalla curiosità dei social, Federico ha l'occasione di affrontare tutto ciò che è accaduto da quel famoso pomeriggio di ottobre a quella mattina di maggio. E così anche noi lettori, rivelazione dopo rivelazione, impareremo a conoscere davvero Federico, un brav'uomo che si è scoperto fin troppo fragile, al punto da commettere un ultimo, imperdonabile errore. Vittoria, una moglie allo stesso tempo presente e assente. E Matilde, una studentessa diversa dalle altre: testarda, intelligente e... innamorata. E assieme a loro ci renderemo conto che non c'è più posto per alibi, bugie e scorciatoie. Perché tutti noi sbagliamo nella vita, l'importante è avere la forza e il coraggio di riscattarci.

Recensione:

E' così che si fa, di Giulia Rossi, è uno dei libri che mi ha tenuta compagnia in questi giorni di quarantena.

Racconta la storia di Gastaldi, il prof di una scuola superiore, che si trova suo malgrado al centro di una bufera fatta di gossip, che si fa via via sempre più torbida quando a scuola arriva addirittura la stampa ad indagare. Tra i corridoi, è stata infatti trovata una lettera che pare quella di un suicida, i sospetti cadono subito sui ragazzi, ma è invece di Federico, che in una mattina no ha messo su carta tutti i suoi pensieri, quella pericolosa lettera.

Rinchiuso in un rapporto con Vittoria, che sembra incrinarsi sempre di più, e le avances di una studentessa, scopriamo attraverso la voce di Federico, e di qualche altro protagonista, questa storia che rispecchia la società moderna, con il passaparola via social che porta una notizia drammatica, come quella di un possibile suicidio, sulla bocca di tutti, tanto da diventare una notizia virale.

Il libro di Giulia Rossi, con uno stile di scrittura scorrevolissimo e semplice, tratta in sè diverse tematiche importanti, partendo proprio dal fulcro della lettera, per arrivare ai disturbi alimentari, i rimpianti, la perdita di un figlio, i problemi economici, amori non corrisposti... l'autrice ne fa un quadro piuttosto veritiero e realistico, parlando attraverso la voce dei giovani, e quella dei prof, mettendo così in risalto due fili di pensiero diversi, ma spesso anche uguali. Vediamo in contrasto i tormenti tipici dell'età adolescenziale, passando poi ai problemi più adulti e maturi, mettendo così in luce quanto, in fondo, il dramma, i sentimenti o le insicurezze, siano tipiche in qualsiasi età della vita.

L'autrice pone così l'attenzione sia sul "mistero" che ruota attorno alla lettera, dando ampio spazio alla vicenda dal punto di vista mediatico, mostrando come la complicità dei social e delle mezze verità possano portare un dramma a finire sulla bocca di tutti, a dispetto del dolore di una persona. Porta poi il lettore ad esplorare invece anche l'umanità dei suoi personaggi, partendo da Federico, amante del suo lavoro e dei suoi ragazzi, pur con un impiego che non gli assicura un futuro o la possibilità di mantenere la propria famiglia. Ci mostra come Federico, pur con buone intenzioni, finisca in un circolo vizioso di bugie e tradimenti e dolori, in primis verso sè stesso. Vediamo poi anche altri due personaggi ben caratterizzati, Vittoria e Matilde, due donne diverse, ma su cui l'autrice mette nero su bianco insicurezze e debolezze.

In conclusione, un romanzo che si legge molto in fretta, con una penna che scorre fluida fino alla fine.


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazines