Magazine Attualità

Ecco perché viaggiare rende felici… più dell’amore!

Creato il 04 aprile 2017 da Gloria Vanni @gloriavanni

Viaggi & Lifestyle | Ecco perché viaggiare rende felici e fa bene alla salute

Oggi parliamo di viaggi e del perché viaggiare rende felici. Io sono un caso a parte perché sono una valigia pronta a partire in ogni momento e per qualsiasi destinazione.

A dire che viaggiare rende felici sono ben 17.000 persone di 17 paesi che hanno partecipato all’ultimo studio di Booking.com, la più grande piattaforma di prenotazioni di hotel, b&b, appartamenti, suite.

È uno studio con risultati sorprendenti. Infatti, evidenzia che viaggiare ci dà una carica emozionale così forte che preferiamo una vacanza ai momenti fondamentali della vita. Eventi come sposarci (49%), uscire con il partner (51%), diventare genitore (29%).


Viaggiando alla scoperta dei paesi troverai il continente in te stesso, prov. indiano
Click To Tweet


Andando tra le pieghe della ricerca, scopriamo che il 77% degli intervistati prenota una vacanza per tirarsi su di morale. Io l’ho fatto e tu? E, meraviglia, «per 7 persone su 10 i momenti migliori in vacanza sono quando ci si sente come a casa». Poi, se oltre due terzi delle persone (67%) si sentono felici in alberghi, ville, ostelli, «per il restante terzo il top della felicità è soggiornare in un appartamento o in una casa insieme a gente del posto (33%)».

Viaggiare e sentirsi a casa. Sentirsi a casa insieme agli altri. Se mi segui, sai quanto questo parole mi rendano felice. Ho iniziato a occuparmi di ospitalità in barca a vela e che soddisfazione quando gli ospiti mi dicevano: «Ci siamo sentiti sicuri con te, trasmetti fiducia!». Sono trascorsi 40 anni e l’ospitalità continua a essere un mio grande amore. Amo il viaggio nel suo duplice aspetto: come ospite viaggiatrice e come ospite che offre accoglienza.


Non dirmi quanti anni hai, quanto sei colto. Dimmi dove hai viaggiato e che cosa sai, Maometto
Click To Tweet


Viaggi & Lifestyle | Ecco perché viaggiare rende felici

Perché la maggior parte di noi preferisce una vacanza allo shopping?

Perché viaggiare rende felici e dà una carica emozionale continua: dalla pianificazione alla prenotazione fino al viaggio e al soggiorno stessi. Una carica maggiore dell’acquisto di cose materiali è la risposta del 70% degli intervistati.

Detto ciò, è la fase organizzativa a fornirci la felicità più immediata. Il 72% degli intervistati dice di provare picchi di euforia durante la ricerca di una destinazione da visitare. Più della metà (56%) si sente al top della felicità quando prenota una vacanza. Ricevere la conferma di prenotazione immediata, poi, è un’autentica goduria!


In India si dice che l’ora più bella è quella dell’alba, quando la notte aleggia…, T. Terzani
Click To Tweet


Non è tutto! Lo studio di Booking evidenzia che prenotare un viaggio crea assuefazione. Ci si prende gusto, insomma, e oltre un terzo degli intervistati inizia a cercare una meta con diversi mesi di anticipo e il 5% inizia addirittura un anno prima della partenza.

Viaggi & Lifestyle | Viaggiare rende felici e fa bene alla salute

Viaggiare rende felici e il top della felicità è soggiornare in una casa insieme a gente del posto

Viaggiare rende felici e fa bene alla salute. E chi viaggia oggi vuole ritorni che vadano oltre tempo e denaro. Infine, tanti (il 70%) pensano che la cosa migliore di una vacanza sia sentirsi come a casa. Che meraviglia per chi come me crede e sceglie l'”ospitalità a casa di amici“.

Infine, le ricerche confermano: «chi usa tutti i propri giorni di ferie non solo è più felice, ma ha anche il 34% di possibilità in più di ricevere un bonus nei 3 anni successivi». Insomma, viaggiare rende felici e paga! Fai buon viaggio, Minorca ti aspetta e ti lascio con questa frase, bellissima, di Tiziano Terzani:

«Fermati ogni tanto. Fermati e lasciati prendere dal sentimento di meraviglia davanti al mondo».

PS. A me accade ogni giorno a Minorca: vai sul mio profilo Facebook e leggi una sorta di diario delle meraviglie quotidiane!

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :