Magazine Cultura

Egitto, Deir el-Bahari, scoperto un deposito di Tuthmosis II

Creato il 26 marzo 2020 da Kimayra @Chimayra

Egitto, Deir el-Bahari, scoperto un deposito di Tuthmosis II

Deir el-Bahari, cofanetto in faience trovato nel deposito di Thutmosis II
(Foto: Prof. Andrzej Niwi'ski)

Gli archeologi hanno scoperto una cassa di pietra di 3500 anni fa a Deir el-Bahari, vicino al tempio di Hatshepsut. Questo ritrovamento potrebbe essere indice della presenza di una sepoltura intatta. All'interno della cassa di pietra sono stati rinvenuti una serie di "pacchetti" avvolti in tela di lino. All'interno di uno di questi pacchetti vi era lo scheletro di un'oca, in un altro un uovo sempre di oca. Nel terzo "pacchetto" è stata rinvenuta una scatola in legno con, all'interno, quello che molto probabilmente è un uovo di ibis.
Quattro strati di tela di lino coprivano una scatola in legno al cui interno vi era un'altra scatola, stavolta in faience, a forma di cappella con iscritto uno dei nomi di intronizzazione di Thutmosis II. Gli archeologi sono convinti di essere sul punto di scoprire una sepoltura, dal momento che si trovano nei pressi del cimitero reale. Oltre al nome di intronizzazione di Thutmosis II, rinvenuto sulla scatola di faience, sono stati trovati altri oggetti il cui simbolismo indica che il deposito venne fatto a suo nome.
Thutmosis II era marito e fratellastro di Hatshepsut, che all'età di 13 anni. Morì nel 1479 a.C., appena tre anni dopo il suo matrimonio. Il suo regno fu praticamente oscurato da sua moglie che, alla sua morte, si fece proclamare faraone.
La scoperta di questo deposito è stata fatta nel marzo 2019 ma è stata resa nota solo quest'anno. Finora, però, ancora non è stato trovato l'ingresso alla tomba reale. Deir el-Bahari è campo di scavo per la missione archeologica polacca da sessanta anni. Tutto è iniziato nel 1961, quando il Professor Kazimierz Michaoowski condusse una missione per documentare e preservare il tempio di Hatshepsut.
Fonte:
thefirstnews.com

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog