Magazine Musica

Elli De Mon – Songs of Mercy and Desire

Creato il 14 febbraio 2019 da Iyezine @iyezine

Elli De Mon – Songs of Mercy and DesireIl mio primo "approccio" con Elli De Mon è avvenuto al festival beat del 2016. Vederla sul palco sola e bellissima (sì perché è davvero bellissima quanto rock'n'roll) suonare ispiratissima le sue canzoni mi ha dapprima estasiato e poi guidato, conseguenzialmente, al banchetto per acquistare il suo disco intitolato II.

E' quindi con smisurato piacere - e con altrettanto inspiegabile quanto ingiustificato ritardo - che vado a parlarvi del suo ultimo riuscitissimo album. Perché comunque, prima di passare alla sua descrizione, è doveroso puntualizzare come la nostra one woman band sia in costante crescita di ispirazione e ciò l'abbia portata a realizzare il suo disco più bello e riuscito.

Il compito di aprire le danze è affidato a Louise che è rurale quanto punk (solo ascoltandola ve ne farete un'idea), seguono nell'ordine Let Them Out che ha la drammaticità della PJ Harvey più ispirata, Riverside e Granpa due pezzi che cullano con la loro dolcezza mai stucchevole (nella prima le dita che scorrono sugli accordi creano un pathos che è difficilmente spiegabile), Chambal River con il suo crescendo travolgente, Grinnin'in Your Faceche che mi ha ricordato le cose migliori di Michelle Shocked, Flow la cui malinconia avvolgente non deprime ma tende a confortare per chiudere con il finale maestoso di Tony nella quale il sassofono esplode nervoso.

Sia detto senza tema di smentita, album intensi come Songs of Mercy and Desire ne escono davvero pochi mancare l'appuntamento per farci (farvi) ammaliare dai suoi pezzi sarebbe davvero imperdonabile.

P.S.: Elli De Mon ha suonato questo sabato al Raindogs di Savona, per motivi che non vi sto a spiegare (per non ammorbarvi), non ho potuto vederla ma sono certo che avrà dato spettacolo, chi c'era non potrà che confermarvelo.

Track List
1) Louise,
2) Let Them Out,
3) Riverside,
4) Elegy,
5) Chambal River,
6) Wade the Water,
7) Grinnin'in your Face,
8) Storm,
9) Granpa,
10) Flow,
11) Tony


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Magazine