Magazine Europa

Empire State Building: il grattacielo più famoso al mondo

Da Occhi Da Viaggiatore

L’Empire State Building è il più famoso grattacielo della città di New York e probabilmente di tutto il mondo. Alto 381 metri (443,2 m se si considera anche l’antenna televisiva sulla sua cima) viene visitato ogni giorno da tantissimi visitatori provenienti da ogni parte del mondo. Questo edificio, infatti, fa parte degli itinerari di turisti e viaggiatori che transitano per le strade della “Grande Mela“.

Empire State Building: il grattacielo più famoso al mondo

Empire State Building

Empire State Building: l’osservatorio è all’ 86esimo piano

Per salire i 102 piani dell’ Empire State Building bisogna recarsi a New York ed esattamente al al 350 della Fifth Avenue, tra la 33rd e la 34th Street. Raggiunto l’edificio, il percorso di quanti visitano il grattacielo prosegue negli ascensori e poi su fin sotto la cima dove è stato creato un osservatorio che offre una notevole vista sulla città. Il luogo, che si trova esattamente all’86esimo piano, è aperto ai turisti e proprio per questo l’edificio è oggi uno dei più visitati della città. Per chi decide di visitare l’edificio, è consigliabile prenotare i biglietti sul sito www.esbnyc.com in modo da evitare una parte delle file che generalmente sono lunghissime.

Ma lo spettacolo dell’ Empire State Bulding inizia già ammirandolo da lontano. La cima stessa del grattacielo è, infatti, generalmente illuminata con colori che corrispondono alle varie ricorrenze: per esempio durante il Columbus Day (la festa per Cristoforo Colombo) gli ultimi piani dell’Empire State Building vengono illuminati col colore della bandiera italiana, oppure durante l’Independence Day vengono illuminati coi colori della bandiera americana. Anche in questo caso il sito ufficiale è di aiuto visto che proprio qui è possibile visualizzare il programma dell’illuminazione in programma per i vari eventi e festività che si susseguono durante l’anno.

Empire State Building: il grattacielo scalato da King Kong

 


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :