Magazine Hobby

Essere strega

Da Mcd

   Biblioteca Erbario Cristalli Incensi Forum    Lunazioni   Contatto

Essere strega non significa essere speciali, diverse solo perchè ci sentiamo attratte dalla luna

Essere strega non significa essere speciali, diverse solo perchè ci sentiamo attratte dalla luna, amiamo  i gatti neri o preferiamo stare in mezzo ad un bosco che in città puzzolenti, essere strega non è come nei telefilm, non è un gioco, non è un hobby né un passatempo. Essere una strega significa seguire un determinato sentiero sapienziale con impegno e responsabilità verso se stessi, la comunità, la Terra e, siete sei wiccan, alla vostra congrega.

Quindi, la strega e lo stregone , previa una lunga e difficile preparazione, manipolano l’energia naturale della Terra per fini specifici qual il successo, la prosperità, l’amore, la salute e la felicità. I rituali e gli incantesimi da loro lanciati, sono i tentativi intenzionali e specifici di connettersi e controllare le energie seguendo una formula specifica o una direzione generale.

Gli atti magici possono essere complessi, terrificanti, molto semplici o addirittura banali, ciò che li differenzia sono l’intento, il forte desidero e l’obiettivo.

Prima di eseguire un atto di magico una strega ha ben chiaro il perché e ciò che spera di ottenere eseguendolo. Anche stabilire onestamente se il suo risultato è per il bene di tutti o per il proprio interesse personale, è molto importante.

Quando è assolutamente sicura di ciò che desidera veramente non crea sofferenza a nessuno, procede

Come prima cosa deve essere in grado di concentrarci intensamente e visualizzare l’energia come un qualche cosa di fisico come una luce, un calore, un suono oppure quello che vuole accada, quindi…qualche consiglio:

1) Impariamo a posizionarci al centro davanti al nostro altare in una posizione comoda
2) Facciamo pulizia del nostro spazio sacro
3) Poggiamo accanto a noi il nostro Formulario (o libro delle ombre nella wicca) dove conserviamo le nostre ricette
4) Selezioniamo gli oli magici, acque cariche, pozioni o gli ingredienti necessari per l’incantesimo scelto o per gli altri atti magici in genere
5) Se siamo Wiccan, posiamo gli strumenti magici come l’Athame, calderoni, scope, bollini, candele, calici, sfere di cristallo, pietre e cristalli, bacchette e specchi magici accanto a noi
5)Se l’incantesimo necessita di erbe “magiche” purifichiamole e carichiamole prima di usarle.
6) Quando siamo pronti creiamo il cerchio e invitiamo le divinità al suo interno (La Dea e il Dio, se sei wiccan, oppure il pantheon e divinità egizia, celta, greca, indù, romana, oppure gli Elementi – Terra / Aria / Fuoco / Acqua, elementi di evocazione, magia elementale e incantesimi, o ancora la Natura – Energie naturali, cristalli curativi e erbe curative tradizionali.)

Da qui in poi inizierà il proprio rituale personale che prevederà movimenti specifici, la manipolazione di oggetti e strumenti e una serie di processi interni che sono progettati per produrre gli effetti desiderati.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines