Magazine Economia

Euro-Dollaro, si cerca la spinta per andare oltre 1,19

Da Stefanohely

La coppia valutaria euro-dollaro ha ripreso a marcia spedita, dopo che nei giorni scorsi c'era stata una fase di consolidamento vicino a 1.1860. Sulla valuta unica si stanno concentrando i compratori, e adesso siamo vicini a quota 1,19. I tori quindi sono di nuovo tornati prepotenti sui mercati finanziari, e potrebbero piazzare un nuovo grosso slancio nei prossimi giorni.

I driver della coppia Euro-Dollaro

Euro-Dollaro, si cerca la spinta per andare oltre 1,19L'ultima passaggio di questa lunga e altalenante corsa è principalmente attribuibile alla vendita di dollari USA in modo diffuso, che è avvenuta in questi giorni. Il motivo è che i mercati restano cauti sulle prospettive di rialzo dei tassi della Fed l'anno prossimo. Bisogna poi capire bene uale potrà essere l'impatto sui conti della manovra fiscale di Trump. I trader dei migliori broker forex italiani autorizzati sono quindi pronti a entrare in azione.
Sul lato dell'euro, alla valuta univa sta arrivando il sostegno dalla sostanziale revisione al rialzo delle stime di crescita dell'Eurozona, così come risulta dalle comunicazione della BCE fatte nel suo incontro all'inizio di questo mese. Il finale di anno non riserva grandi dati macro, per cui chi no è esperto potrà concentrarsi a capire il trading forex come funziona.

Livelli tecnici

Dal punto di vista tecnico, ci sono livelli interessanti da monitorare. Al rialzo, la resistenza arriva a 1.1900 con un taglio che apre la porta per un ulteriore rialzo verso il livello 1.1950. Più in alto, la resistenza si trova al livello di 1,2000 dove una pausa esporrà il livello di 1,2050.
Al contrario, il supporto si trova al livello 1.1800 dove una violazione punterà al livello 1.1750. Una rottura di qui punterà al livello 1.1700. Qui sotto si aprirà la porta per più debolezza verso la 1.1650. Tutto sommato, EURUSD affronta un'ulteriore debolezza al ribasso.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :