Magazine Cucina

EVO IOOC 2018: ecco svelati i nomi dei vincitori.

Da Primolio
EVO IOOC 2018: ecco svelati i nomi dei vincitori. Appena pubblicato l'elenco delle aziende vincitrici il concorso EVO IOOC 2018 di Paestum.
Il silenzio secolare dei templi di Paestum, scenario millenario di epiche avventure e storici eventi che hanno segnato i destini di quest’area, accoglie oggi il mondo oleario internazionale!
Si respira storia, dove l’olio è stato – e continua ad essere – il trait d’union tra ieri e oggi!
Scenario da brivido – quindi - per la terza edizione dell’EVO IOOC.
Un silenzio millenario che – tra breve – sarà rotto dall’entusiasmo dei produttori vincitori.
Sarà il luogo, sarà l’atmosfera che si è creata, ma posso dire che Paestum – oggi - è il centro del Mondo!
Bello vedere centinaia di produttori affollare l’area archeologica, tutti felici – lo vedo dalle vostre espressioni - a prescindere del risultato che – a breve – verrà annunziato.
Guardo e scopro tra voi tanti volti familiari, per me legati ad un logo, una scritta, un’etichetta. Ricordo la vostra bottiglia e l’emozione vissuta durante l’assaggio, grazie all’alacre lavoro delle vostre sapienti mani.
Vi saluto e vi ringrazio per essere qui, con me, con noi, stasera.
Come ringrazio – lasciatemi questa opportunità - la grande intesa (o partnership come amano dire oratori certamente più forbiti di me) nata con il Comune di Capaccio Paestum – o meglio con il Sindaco Palumbo ed il suo braccio destro la vice sindaco Palmieri, l’organizzazione di produttori Unasco – storico partner del concorso, la società Barzanò e Zanardo, lo Studio Mondini Rusconi, la società Clemente Costruzioni Meccaniche, il Savoy Beach Hotel Paestum e l’Associazione Oleum.
Grazie anche a tutta la macchina organizzativa della quale io, e ed il mio Direttore generale Stefania Reggio siamo la faccia “visibile” dell’evento, la punta dell’iceberg.
Grazie ai tanti appassionati, ai gourmet ed agli Olive Oil Enthusiast qui giunti per celebrare questa festa dell’olio extravergine di oliva – dell’EVO.
E come non ringraziare i miei giudici assaggiatori, la mia forte squadra!
Lo faccio citando qui i loro nomi ed a loro va, il mio ringraziamento per il duro lavoro svolto nei quattro giorni dedicati all’assaggio.
Miciyo Yamada, Na Xie, Marina Lichterman, Birsen Can Pehlivan, Eleftheria Germanaki, Cristina Stribacu, Gaetano Avallone, Hiromi Udagawa, Ehud Soriano, Aida Lazzez, Selin Ertur, Francisco Pavao, Maria Angeles Calvo Fandos, Carmelo Orlando, Rosario Franco, Piero Palanti e Indra Galbo
Grazie, siete stati la mia sicurezza!
Adesso i dati:
502 oli in concorso con un incremento – rispetto all’annata d’esordio 2016 – di quasi il 60%
20 i paesi di provenienza degli EVO, con una assoluta biodiversità certificata dalle 156 diverse varietà in gara.
Circa il 45% degli EVO partecipanti arrivano dall’Italia, paese ospitante, dove la presenza maggiore è rappresentata da oli extravergine di oliva provenienti dalla Puglia (22%) e dalla mia Calabria (19%).
EVO DOP/IGP: 19%, Bio 25%, Mono 55%, Coupage 45% Ed ecco, quindi, i vincitori della terza edizione del concorso EVO IOOC
Premiati
http://www.vinar.com.ar/DIOOC/awards_2018.php
Special Award
http://www.vinar.com.ar/DIOOC/special_2018.php
Gold Medals
http://www.vinar.com.ar/DIOOC/gold_2018.php
Silver Medals
http://www.vinar.com.ar/DIOOC/silver_2018.php

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines