Magazine Attualità

Expo 2015: la IIª Casa di reclusione di Milano Bollate trasformata in Ostello!?

Creato il 06 novembre 2014 da Freeskipper @freeskipperIT
Expo 2015: la IIª Casa di reclusione di Milano Bollate trasformata in Ostello!?La Direzione del Carcere Milanese di Bollate valuta l’idea di utilizzare una porzione della locale caserma agenti come ostello a disposizione dei visitatori di Expo, includendo nell’iniziativa anche parte del parcheggio antistante destinato ai dipendenti dell’Amministrazione. Tutto ciò, forse, avviene quando si considera di troppo la Polizia Penitenziaria quindi via dalla Caserma! Grande sgomento ed incredulità tra gli appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria nell’apprendere la notizia che la Direzione del Carcere di Milano Bollate ha seriamente intenzione di trasformare parte della locale Caserma in un Ostello. Forti le proteste delle organizzazioni sindacali. “Ci rattrista pensare che la Polizia Penitenziaria di Milano Bollate, ed in particolare la propria Caserma Agenti, possa essere strumentalizzata in questa maniera indegna. Il personale di polizia si sente umiliato e denigrato da un’Amministrazione Penitenziaria che attraverso azioni come questa non lo rappresenta assolutamente”. A dirlo è il Segretario Regionale dell’Osapp Lombardia Francesco Ricco che prosegue “questo avviene quando la fantasia supera la realtà. Sentivo colleghi dire che in queste condizioni si vergognano della divisa che indossano. A loro dico che non devono vergognarsi, piuttosto dovrebbe farlo chi prende in considerazione certe idee scellerate”. Entrando nel merito della vicenda, il Segretario Osapp conclude “ci piacerebbe sapere se per la Casa di Reclusione di Milano Bollate valgano tutte le norme della Repubblica Italiana. Non ci risulta vi sia stata alcuna gara di appalto per la concessione di tale servizio alla Cooperativa interessatasi. Viste le recenti vicissitudini assolutamente negative legate all’Expo, se fosse confermata l’assenza delle necessarie procedure, saremmo di fronte ad un fatto di evidente gravità”.

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :