Magazine Diario personale

Extraterrestre..

Da Perla

“…portami viavoglio tornare indietro a casa miaextraterrestre non mi abbandonarevoglio tornare per ricominciare!”E. Finardi
Cari terrestri,vi scrivo adesso che sono in salvo sul mio pianeta, anche se ho temuto fino all’ultimo di non farcela ed adesso piango di gioia, lacrime copiose scendono sul mio voltoe cancellano stanchezza e delusione.Ero arrivato con intenzioni pacifiche, pronto a dare una mano per risolvere qualcuno dei numerosi problemi che vi affliggono, ma sin dal primo giorno avete deciso di non starmi a sentire, di fare di testa vostra. Eppure ce l’ho messa tutta, eh! la mia intelligenza l’ho messa a vostra disposizione, regalandovigemmedi saggezza che non avete saputo applicare.Come pensate di risolvere domani il problema dell’acqua, se oggi non ne avete curae la sprecate inutilmente? Il mio consiglio era semplice, quanto efficace: smettere di lavarsi, farebbe bene a voi e al pianeta. Quanta preziosa risorsarisparmiata e quanto tempo, anche, risparmiato! Tempo che potete applicare diversamente, come giocare ai quattro pianeti (o erano cantoni? ) , oppure  come giocarea risiko, cosa che vi permetterebbe, inoltre, di sublimare la vostra aggressività, conducendo i vostri Paesi a fare quei passi indispensabili verso una convivenza pacifica e fruttuosa, visto che non volete copiare quel che fanno i vostri cugini, i bonobo,per risolvere pacificamente i conflitti. E cosa dire dell’inquinamento? Il mio consiglio di chiudere le fabbriche, anche quelle delle auto,contribuirebbe a ridurre quella nebbia di smog nella quale siete immersi e che vi sta uccidendo. Un’aria pulita, viceversa, vi farebbe respirare meglio e, non dovendo andare a lavorare, potreste impiegare il tempo guadagnato per andare a guardare le onde del mare, il luccichio delle stelle, il respiro delle montagne oppure per andare a far volare gli aquiloni..Questi sono solo alcuni dei suggerimenti che ho cercato di trasmettervi, ma voi, chiusi nelle vostre torri d’avorio di cocciutaggine, convinti di essere i soli ad avere lo scibile dell'universo in tasca,  non solo non mi avete ascoltato, ma avete persino negato la mia presenza in mezzo a voi, dispiegando enormi mezziper cercarmi nei più impensabili posti dell’Infinito.La vostra stoltezza vi ha condannato all’eterna ignoranza e sofferenza e a me, che nonostante tutto ancora vi amo, non rimane che restare alla finestra di un buco nero e guardarvi autodistruggervi senza alcuna possibilità di recupero. Mi dispiace per quei pochi provvisti di lungimiranza, tolleranza e intelligenza   che predicano, inascoltati, le mie teorie:  avrei voluto tanto salvarli dall'apocalisse che tra un po' s abbatterà su di voi, ma non posso farlo, la mia missione  era quella di salvare tutti o nessuno, quindi periranno insieme a voi, che vi autodefinite homo sapiens, ma che di sapienza  - credetemi - ne avete proprio ben poca.
Il vostro, per sempreAlien
Extraterrestre..

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog