Magazine Cucina

Eyes Wine Shot, a Roma lo spettacolo che unisce enologia e teatro

Da Valentina Mistra

Il settore enogastronomico è tra i protagonisti indiscussi di questi anni e un grande interesse e una forte passione continuano a concentrarsi attorno al comparto, mentre si moltiplicano le occasioni di incontro e contaminazione con altre realtà, come accade in questo caso tra il teatro e l’enologia. In scena a Roma torna “Eyes Wine Shot”, l’originale spettacolo degustazione che dopo il successo delle date di dicembre, dal 9 al 18 gennaio tornerà in replica al Bistrot del Teatro Vascello con gli attori Giuseppe Gandini (Distretto di Polizia 6, La Cena di Ettore Scola Un matrimonio di Pupi Avati) e Gianantonio Martinoni (La città dei matti, Faccia d’Angelo).

Lo spettacolo rappresenta un’idea innovativa per vivere un’esperienza di degustazione enologica abbinata a sketch e testi che vanno da Giorgio Gaber a Pablo Neruda, conducendo lo spettatore con ironia e al tempo stesso con piacevolezza verso una nuova maniera di approfondire e conoscere il buon vino. Cinquanta minuti per scoprire, tra una risata e l’altra, tutte le informazioni sul vino, sulla sua storia, la sua composizione chimica e il suo linguaggio: un’esperienza per amanti del vino e non solo per esperti.

La rappresentazione ha ottenuto un buon successo di pubblico nei precedenti spettacoli andati in scena in diverse location capitoline come Roscioli, la galleria d’arte Quantum Leap Gallery, l’Enoteca il Vino del ’99, il ristorante La Buon’Ora e presso la Sala Estense a Ferrara. Il costo del biglietto è di 10 euro e comprende la degustazione di un bicchiere di vino proveniente dalla cantina piemontese Cà di Tulin.

 

Eyes Wine Shot, a Roma lo spettacolo che unisce enologia e teatro

 

Teatro Vascello

Via Giacinto Carini, 78

Tel. 06 5898031

[email protected]

Gli spettacoli si volgeranno il 10-11-16-17 e 18 gennaio 2015

 

Questo post Eyes Wine Shot, a Roma lo spettacolo che unisce enologia e teatro è un artcolo del sito Mangiaebevi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :