Magazine Sport

Festeggialo con noi… Felipe Sodinha. Classe cristallina e vita “non da atleta”

Creato il 17 luglio 2017 da Agentianonimi

Il gioco del calcio è uno spettacolo offerto da attori che lavorano, sudano e fanno sacrifici tutto il giorno tutti i giorni. Felipe Sodinha non era proprio di quest’idea.

Il calciatore brasiliano, infatti, lo scorso gennaio ha dovuto arrendersi e ritirarsi dal calcio giocato a causa di un fisico non all’altezza della Serie B. Ma il problema di Sodinha non era l’aspetto non esattamente alla Ronaldo, quello non serve per giocare a calcio. Il problema non era nemmeno il fisico “rotondetto”, che forse gli impediva di essere scattante  ma non di regalare i prodigi partoriti dal suo sinistro. Il problema di Sodinha era l’alcool.

Partito come un “ma sì, un bicchiere me lo concedo” il suo rapporto con l’alcool è diventato un vero e proprio incubo, che lo ha condotto sulla via del ritiro. Sarà per la saudade, saarà per le ingenerose e perpetue critiche. Sarà perchè sarà, ma Sodinha a causa di quel maledetto alcool si è proprio rovinato.

E così, la dura decisione: ritiro forzato. Addio al Trapani e alla simpatica coppia di attacco con il Messi di Pescia: la coppia Citro-Sodinha non sarebbe comunque bastata per digerire una decisione così amara.

Ma poi ecco che arriva il bello. A distanza di sei mesi Sodinha rientra in gioco: “Il campo mi mancava. Volevo fare il procuratore, ma non riuscivo a stare fermo. Ora non bevo più, ho perso 10 kg e sono pronto per tornare”. La forza di volontà ha battuto la “dipendenza”, ha battuto le critiche, ha battuto chi lo chiama “cicciottello” (o anche termini più coloriti).

Auguri Sodinha, brutto anatroccolo che dicendo addio all’alcool spera di diventare un bellissimo cigno.

Gabriele Amerio (@gabrieleamerio)

PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SEGUICI SU AGENTI ANONIMI

L'articolo Festeggialo con noi… Felipe Sodinha. Classe cristallina e vita “non da atleta” proviene da Agenti Anonimi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :