Magazine Sport

Festeggialo con noi… Sebastiano Rossi il portiere del grande Milan, capace di tutto

Creato il 20 luglio 2017 da Agentianonimi

Se Seba Rossi si potesse definire con due parole, si potrebbe parlare di lui come  genio e sregolatezza, forse genio è un termine po’ abusato, ma si è distinto sempre per una continuità di rendimento con parate importanti, nonostante avesse dietro una difesa impenetrabile, era chiamato magari ad una parata a partita, ma doveva farsi trovare pronto e in piu’ di qualche occasione ha salvato il risultato.

Nato a Cesena il 20 luglio 1964, alto un 1mt e 98 cm, per anni è stato il calciatore piu’ alto della serie A, lanciato da Sacchi nella primavera del Cesena, lo ha rivoluto al Milan,arrivato in rossonero dalla formazione romagnola nell’estate delle notti magiche del 1990. Al suo arrivo in rossonero lancia quasi una  provocazione, quando sosteneva  che sarebbe diventato il portiere titolare del Milan per i successevi dieci anni, sapeva quasi di una battuta bonaria detta da un romagnolo guascone. Ma aveva ragione lui, Sebastiano Rossi è diventato una colonna del grande Milan, ha vinto di tutto, nel 1994 ha ottenuto il record di imbattibilità, lasciando inviolata la sua porta per 929 minuti, record frantumato da Buffon nel 2016. L’acensore umane (soprannome coniato per lui da Pellegatti) ha avuto anche parecchi scatti d’ira, storica la cintura al collo di Bucchi dopo aver subito gol su rigore in un Milan-Perugia del gennaio 1999, suguito da cinque giornate di squalifica, facendo spazio al giovane Abbiati.

Anche con Zaccheroni è stato vittima delle sue ire funeste, dopo un Milan-Juve ha letteralmente appeso al muro il suo allenatore, con conseguente esculusione per un periodo dalla rosa rossonera.

Molto abile a parare i rigori, nella stagione 1992/93 ne ha parati addirittura tre, uno a Vialli al 90′ di uno Juventus-Milan, regalando di fatto la vittoria al Milan al Delle Alpi.

Su di lui ci sono molti aneddoti, Filippo Galli suo compagno di squadra durante un’intervista ne ha raccontato uno molto divertente. Rossi è da sempre appassionato alla pesca e raccontava di pescare sempre pesci molto grossi. Galli e alcuni suoi compagni un giorno a Milanello si sono recati in cucina han preso un pesce di grossa taglia e mentre dormiva gliel’hanno messo sul letto, al suo risveglio dallo spavento di è messo a gridare ed inveire. Molto scaramantico a tal punto che quando si scaldava prima di una partita non voleva che nessuno gli passasse dietro, Peruzzi che una volta lo ha fatto, quasi ha rischiato l’inculumità. La maglia rossonera l’ha indossata per 330 volte con dodici trofei in bacheca fra cui una Coppa dei Campioni nel 1994 contro il Barcellona ad Atene.

Di lui ci  si ricorda come un mangia portieri, Antonioli, Ielpo, Taibi,Lemhan e Pagotto sono stati silurati dal portierone romagnolo che ogni qualvolta si è trovato a dover lottare per il posto titolare ha sempre avuto la meglio sui suoi colleghi di reparto. Ciò evidenzia quanto sia stato tenace e tosto, ma il suo carattere esuberante l’ha tradito sopratutto fuori dal campo, dove  ha avuto dei problemi giudiziari poi risolti.

Ma per i tifosi del Milan, Seba Rossi rimarrà sempre il portiere dei record, capace di vincere scudetti e coppe, fra i pali ha sempre dato tutto e di più. Attualmente , oltre ad occuparsi di pesca collabora con il settore giovanile del Milan ed ha militato nella formazione rossonera delle vecchie glorie.

M.Anobile

Festeggialo con noi… Sebastiano Rossi il portiere del grande Milan, capace di tutto

L'articolo Festeggialo con noi… Sebastiano Rossi il portiere del grande Milan, capace di tutto proviene da Agenti Anonimi.


Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :