Magazine Gossip

Festival del Cinema di Venezia 2013: tra gabbie, patate al vento e polemiche

Creato il 29 agosto 2013 da Violacentrica @violacentrica

Non sappiamo se l'edizione 2013 del Festival del Cinema di Venezia sarà all'altezza di quella durante la quale Alba Parietti si ribaltò, rialzandosi con il gommoso decoltè all'aria .. ma lo terremo d'occhio, che non si sa mai.

In lizza per il premio "Mostra" di Venezia al momento c'è la Regina del "non l'hai fatto davvero" Marina Ripa Di Meana. Marina ha fatto la sua comparsa davanti alle telecamere con la testa in gabbia (che uno pensa anche "maddai, spontaneamente??".. e invece no .. la spiegazione è filosofica).

Ecco la dichiarazione rilasciata a GossipBlog:

"Il mio copricapo? Sta a indicare che se c’è qualcuno, e spesso succede dalle ultime vicessitudini, che mi vuole ingabbiare non ci riesce. Anche se mi ingabbiano per un momento, i pensieri volano, sono via. Non si riesce perché i miei pensieri sono come colibrì: vanno sempre creando."

Siamo delle brutte persone se, considerando la recente incursione dei ladri a casa di Marina, ci chiediamo perchè non si siano portati via questo cappellino? 

Festival del Cinema di Venezia 2013: tra gabbie, patate al vento e polemiche

"Sorvoliamo" #freddurepietose

La modella brasiliana Natalia Borges si è presentata con spacchi vertiginosi a bordo patata, forse pensando di stupirci. E invece, niente di nuovo, lo stilista è Puglisi. Lo stesso che presentò al mondo la celebre farfallina di Belen ..

Festival del Cinema di Venezia 2013: tra gabbie, patate al vento e polemiche

A far parlare di sè più di tutti, sembra essere ancora una volta Clooney ormai sulla via del tramonto Selvaggia Lucarelli, indignata contro la scelta di Eva Riccobono come madrina della manifestazione:

"Che siamo un paese piccolo, lo grida perfino la scelta della madrina del Festival di Venezia. Che non è una scelta scandalosa. E’ una scelta sciatta, che è peggio. Quella scandalosa era stata due anni fa, quando Ezio Greggio aprì la manifestazione con il suo irresistibile film parodia “Box office in 3d”. La Riccobono è solo l’ennesima sciatteria. Una stampellona sorridente che l’altro ieri ha deciso di fare l’attrice e che noi premiamo così, sulla fiducia, alla faccia di chi il cinema lo fa per vocazione e istinti un po’ più nobili che “sto diventando vecchia per le passerelle”. L’ennesima cosa che non meritiamo e che non merita il cinema, dove il brutto è sempre stato meglio che lo sciatto. Almeno il brutto ha una sua vitalità, lo massacrano e poi c’è sempre un Tarantino o un Marco Giusti a sdoganarlo. Lo sciatto se ne sta lì, accettato e indisturbato senza infastidire troppo, finchè poi non ti ci abitui e non ci fai più caso. Al massimo, se qualcuno lo fa notare, dici “Vabbè dai, c’è di peggio”. La Riccobono? Vabbè dai, c’è di peggio. Certo, c’è Manuela Arcuri. Ma che c’è di meglio finisci che te lo dimentichi."

Festival del Cinema di Venezia 2013: tra gabbie, patate al vento e polemiche

E siamo solo al primo giorno. Quello dell'inaugurazione con benedizione da parte di Bertolucci, quello della prima di Gravity con Clooney e Sandra Bulllok .. con George che ha firmato autografi a chili.

Festival del Cinema di Venezia 2013: tra gabbie, patate al vento e polemiche

Vogliamo di peggio, vogliamo assolutamente di peggio!

La nostra memoria intanto corre a Carla Fracci vestita da Papa Benedetto, nel 2010 .. quelli si che erano tempi ..


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog