Magazine Informazione regionale

Festival Vivaldi

Creato il 24 aprile 2017 da Sirio
Festival Vivaldi
La Biblioteca Nazionale Universitaria
Torino festeggia Antonio Vivaldi.
Il grande compositore del 700 non è stato un assiduo frequentatore della mia Città, ma il destino ha voluto che gran parte dei suoi manoscritti sia conservato in un luogo ricco di fascino : La Biblioteca Nazionale Universitaria  di piazza Carlo Alberto 5/a, in pieno centro storico.
Da questa coincidenza, la Città di Torino ha pensato ad un festival dedicato al Maestro Veneziano, che si è svolta dal 5 al 23 Aprile 2017.
Contemporaneamente, nella medesima Biblioteca è   possibile visitare i manoscritti : la mostra sarà aperta fino al 15 luglio.
Vivaldi è conosciuto soprattutto per "le quattro stagioni", ma il grande compositore ha scritto anche molta altra musica : concerti per vari strumenti ad arco e a fiato, sonate, opere;
 Basti pensare che alcune sue partiture sono state trascritte per organo dall'altrettanto grande Johann Sebastian Bach.
Ieri sera ho assistito all'ultimo concerto del festival , nell'auditorium intitolato a Vivaldi e situato all'interno della Biblioteca
Tutti in fila, prima che venissero aperte le porte . . .
Festival Vivaldi
Il locale può contenere circa 120 persone, ed è dotato di un'acustica invidiabile, direi alla pari dei più conosciuti auditorium rai e teatro Regio.
Festival Vivaldi
Qui sotto, i protagonisti della serata :
Emilia Gliozzi, violoncello;
Paola Poncet, clavicembalo;
Francesco Olivero, tiorba
Alena Dantcheva, soprano
Festival Vivaldi
Splendide le esecuzioni, tre sonate per violoncello e basso continuo, alternate da tre cantate per soprano con l'accompagnamento degli stessi strumenti.
Meritatissimi gli applausi, molto calorosi da parte di tutto il pubblico presente.
Qui sotto ancora, qualche scatto della mostra dei preziosi  manoscritti, che mi hanno impressionato molto positivamente.
Festival Vivaldi
Festival Vivaldi
Festival Vivaldi
Cari amici, concludo lasciandovi in compagnia della musica di Vivaldi : il primo movimento di una delle sonate ascoltate durante il concerto.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog