Magazine Informazione regionale

FOCUS – Juve Stabia, Roberto Vitiello: l’attimo fuggente

Creato il 10 gennaio 2019 da Vivicentro @vivicentro

Alzi la mano chi è in grado di individuare, in casa Juve Stabia, il calciatore che ha offerto il rendimento migliore nella prima metà di stagione. Una piacevolissima indecisione coinvolge tifosi ed addetti ai lavori, vista la grandissima stagione di tutti gli effettivi delle Vespe. Tra i principali “nominati” ci sarebbe sicuramente Roberto Vitiello, democratico padrone della fascia destra delle Vespe.

Diciassette le stagioni da professionista di Vitiello, vissute tutte (ad eccezione della prima e di quella in corso) tra Serie A e Serie B. Il terzino è arrivato alla Juve Stabia in estate rivelandosi subito, per esperienza, come il “Professore” dello schieramento difensivo gialloblè.

Il numero 28, infatti, in campo veste perfettamente i panni del Prof. Keating, interpretato da Robin Williams e protagonista del capolavoro “L’attimo fuggente”. Vitiello è divenuto il Professore che, dall’alto del suo manuale del perfetto difensore, insegna l’arte della difesa ai propri giovani “alunni” (Marzorati, Allievi, Troest), tutti candidati alla promozione (in classe; non è il momento di pensare ad un’altra promozione).

Come recita una delle frasi più famose del Prof. Keating, (Dobbiamo sempre guardare le cose da angolazioni diverse; è proprio quando credete di sapere qualcosa che dovete guardarla da un’altra prospettiva.), il terzino nativo di Scafati ha inoltre sfatato quella che in casa Juve Stabia era diventata una scomoda abitudine: il rendimento non eccelso dei calciatori di esperienza. Vitiello ha offerto una prospettiva diversa rispetto a quella del calciatore dal passato importante ma ormai non affamato, sostituendola con quella del professionista esemplare, in grado di fare la differenza in campo e di essere guida per i più giovani fuori.

Terzino destro tutto corsa e cross in una difesa a quattro, centrale impeccabile in marcatura in uno schieramento a tre, il Vitiello gialloblè sta sfoggiando tutto il miglior repertorio mostrato nelle categorie superiori per quasi vent’anni. A ciò vanno aggiunte due reti (non poche per un difensore), entrambe arrivate grazie ad incursioni sorprendenti nell’area avversaria, a conferma anche dello strapotere atletico dell’ex Ternana. A proposito di condizione fisica, non poteva che essere Vitiello a presentarsi per primo, da solo, al Menti nei giorni scorsi, per iniziare il richiamo alla preparazione in vista di una seconda parte di stagione, da vivere a ritmi altissimi.

La campanella sta per suonare, il secondo quadrimestre ehm il girone di ritorno sta per riprendere: il Prof. Vitiello è pronto a tenere altre lezioni.

Raffaele Izzo

TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Si diffida da qualsiasi riproduzione o utilizzo, parziale o totale, del presente contenuto.
E’ possibile richiedere autorizzazione scritta alla Redazione di VIVICENTRO..
L’autorizzazione prevede comunque la citazione della fonte con l’inserimento del link del presente articolo FOCUS – Juve Stabia, Roberto Vitiello: l’attimo fuggente


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog