Magazine Attualità

Food e innovazione, le novità di startup e DMC Shop

Creato il 14 agosto 2018 da Retrò Online Magazine @retr_online

Dai convegni sull'innovazione in cucina, alle start up che hanno rivoluzionato il modo in cui i cittadini prenotano al ristorante, Torino si conferma un polo importante per quanto riguarda lo sviluppo di nuove tecnologie per il settore food. Si tratta certamente di un mercato interessante per gli startupper della città, vista la crescente richiesta da parte di clienti e ristoratori. Il boom tecnologico che caratterizza il nuovo millennio ha infatti avuto un grande impatto sul modo di svolgere l'attività in cucina.

Innovazioni importanti nel settore riguardano sicuramente il tema del delivery, la consegna a domicilio, e hanno avvantaggiato in maniera sostanziale le attività che hanno saputo integrare l'utilizzo dei servizi online che le start up di questo settore hanno messo loro a disposizione, aprendogli le porte a un mercato vastissimo grazie alla capacità dell'online di accorciare tempi e distanze.

Le novità però non finiscono qui, e abbracciano anche gli utensili e gli elettrodomestici più utilizzate in cucina. Si va dalle bilance smart, connesse all'app su smartphone che fornisce consigli e supporto nella preparazione delle ricette, fino ai classici termometri da cucina per monitorare con precisione la temperatura dei cibi in cottura anche a distanza via telefono. Sempre più popolari anche le pentole multifunzione proposte da siti specializzati in prodotti innovativi per la casa come DMC Shop, utili per avere una singola stoviglia per cucinare diversi tipi di piatti. La capacità del noto retailer online di investire nella tecnologia per la cucina, mostra come questi articoli high tech, un tempo difficili da reperire, abbiano oggi raggiunto i magazzini della grande distribuzione e degli e-commerce per la casa.

Tecnologia in cucina, l'esempio del retailer DMC Shop

Sia l'offerta dei produttori che quella di DMC Shop tende a puntare in due direzioni, apparentemente opposte. Da un lato prodotti molto specifici, capaci di aiutare a svolgere singole mansioni quotidiane in cucina. Dall'altro, la tecnologia permette di offrire strumenti estremamente versatili, come i frullatori e le pentole smart che, come segnalato dalle recensioni sul sito DMCShop, sono dotate di programmi capaci di preparare una vasta tipologia di alimenti, dagli stufati alle marmellate.

Altra grande caratteristica è quella del target dell'innovazione in cucina: non solo i grandi cuochi e le catene di ristoranti, ma anche i singoli cittadini. La cucina smart migliora infatti i risultati soprattutto a casa, aiutando nella preparazione dei pasti anche chi non ha l'esperienza di uno chef stellato o di un professionista del settore. Due esempi su tutti: la pentola di DMCShop capace di sfruttare la cottura a vapore 'intelligente' che si regola in base al tipo di cibo da preparare, e la piastra smart che riscalda qualsiasi alimento modificando autonomamente la sua temperatura per non bruciarlo.

Un altro vantaggio dell'innovazione è quello della facilità di utilizzo e della praticità degli utensili. Caratteristiche importanti che permettono anche a chi soffre di disabilità di diverso tipo di mettersi ai fornelli. Lo dimostrano i progetti presentati al recente Hackability di Torino, incentrato proprio su questo tema: tra le invenzioni sviluppate dai finalisti che hanno partecipato all'hackaton spiccavano infatti l'apribottiglia da utilizzare con una sola mano, e la pinza motorizzata per permettere ai tetraplegici di afferrare posate e contenitori caldi. Il trend della cucina high tech ha dunque risvolti positivi nei più diversi contesti. Dal grande ristorante stellato alla dispensa della casalinga, quello del food è un settore che ha rivelato una particolare ricettività all'innovazione, un terreno fertile per start up e rivenditori come DMCShop che puntano alle nuove tecnologie per migliorare l'esperienza ai fornelli degli italiani.

Food e innovazione, le novità di startup e DMC Shop

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :