Magazine Diario personale

Frammento n°156

Creato il 02 maggio 2018 da Zioscriba
L’importante è che la mamma abbia dormito, e stia abbastanza bene. Solo, mi ha regalato qualche secondo di terrore: dal corridoio la vedevo immobile che dormiva supina, con le mani unite sul petto, come le salme appena ricomposte. Allora con apprensione cercavo di cogliere il gonfiarsi del corpo per la respirazione, ma non c’era verso, non si muoveva niente, sembrava non respirare più! Poi ha girato la testa verso di me.

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog