Magazine Cinema

Fuoco Assassino

Creato il 24 maggio 2016 da Nehovistecose

(Backdraft)aQuxAkNlqHQejE8DxH1f7fUUsNv

Regia di Ron Howard

con Kurt Russell (Stephen “Bull” McCaffrey), William Baldwin (Brian McCaffrey), Robert De Niro (Donald “Ombra” Rimgale), Scott Glenn (John “Axe” Adcox), Donald Sutherland (Ronald Bartel), Jennifer Jason Leigh (Jennifer Vaitkus), Rebecca De Mornay (Helen McCaffrey), J.T. Walsh (Martin Swayzak), Jason Gedrick (Tim Krizminski).

PAESE: USA 1991
GENERE: Drammatico
DURATA: 135’

Seguendo le orme del padre, morto sul campo, due fratelli in perenne conflitto diventano vigili del fuoco nella stessa squadra. Ma mentre il maggiore assume il comando, il minore lascia e viene assunto per indagare su alcuni incendi dolosi…

Scritto da Gregory Widen prendendo spunto dalla propria esperienza personale (fu per tre anni vigile del fuoco a Los Angeles), l’ottavo film di Howard è un film medio su tutta la linea. Non mediocre. Palate di orgoglio yankee con pompieri che parlano (e si comportano) come cowboy, fiumi di retorica, qualunquismo spiccio (i politici sono tutti brutti e cattivi perchè tagliano i fondi ai pompieri), sono controbilanciati dalle magistrali sequenze d’azione, dall’indubbia suspense, da una coinvolgente sottotrama gialla, da una manciata di personaggi di contorno (De Niro e Sutherland su tutti) che lasciano il segno. Howard non sarà un grandissimo regista, ma gli va dato atto che riesce a fare del fuoco il vero protagonista del film. La pomposa, trionfalista musica di Hans Zimmer è di una banalità sconcertante, ma è impossibile, soprattutto se si è maschietti, non commuoversi o patteggiare per la squadra 17. Il titolo originale si riferisce al fenomeno della “fiammata di ritorno”.

Voto



Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

Magazines