Magazine Cucina

Gagliardo: il bitter vicentino sbarca nell’alta ristorazione

Da Giorgia G.
Gagliardo: bitter vicentino sbarca nell’alta ristorazioneGagliardo: il bitter vicentino sbarca nell’alta ristorazione

La cucina gourmet apre le sue porte a Bitter Gagliardo Radicale con quattro appuntamenti sparsi in tutta Italia

Gagliardo, il bitter nato dalla nella storica distilleria Schiavo in provincia di Vicenza, premiato agli ultimi World Liqueur Awards, conferiti da TheDrinksReport.com, da anni presente nei più importanti cocktail bar d'Italia, si prepara ad entrare nell'alta ristorazione con un format "Radicale" in quattro tappe che coinvolge grandi ristoranti ma anche giovani e talentuosi interpreti della cucina gourmet contemporanea.

Gagliardo: bitter vicentino sbarca nell’alta ristorazioneGagliardo: il bitter vicentino sbarca nell’alta ristorazione

Il primo appuntamento della kermesse si è svolto lo scorso 28 novembre nella splendida location di Acquaroof, la terrazza panoramica del prestigioso hotel The First Rome Arte di via del Vantaggio, a due passi da Piazza del Popolo.

Nel corso della serata, il famoso bitter vicentino è stato sapientemente trasformato dalla bar manager Valeria Bassetti in cocktail dal gusto unico e indimenticabile abbinati agli straordinari piatti ideati dallo chef Daniele Lippi.

Circondati dalle bellezze di Roma, i fortunati ospiti hanno infatti avuto l'opportunità di sorseggiare un Radical Chic (Gagliardo Bitter, Bollicine, Miele al limone) o un ExtraNegroni (Gagliardo Bitter, Gin VII Hills, Carpano Classico, Sedano) gustando degli ottimi Macaron con lamponi e foie gras insieme ad una pizzetta Roma-Treviso con porchetta e radicchio e all'Extra-Amatriciana. O ancora La Freschezza (Gagiardo Bitter, Molinari, Scortese Bitter Citrusy) insieme all'ottima polenta con guacamole di broccolo romano, alle Radical Meatball (polpette di maiale nero con patate e tartufo nero) o al crudo di manzo con maionese al plancton e parmigiano al Gagliardo.

Dulcis in fundo, Italian do it Bitter (Gagliardo Fernet, Caffè, Molinari) accompagnato da Bombette ripiene di crema allo zabaione o il dessert Radical Xsmas: panettone con fichi secchi e cioccolao ripieno di ricotta di bufala e tartufo bianco.

Prossimi appuntamenti a Firenze, il 6 dicembre, presso il ristorante Essenziale con la cucina dello chef Simone Cipriani, Bologna il 14 gennaio, negli spazi di Oltre, il ristorante di Lorenzo Costa e dello chef Daniele Bendanti,e Milano, a febbraio.

" I nostri liquori - dice Marco Schiavo, colui che ha dato vita al brand Gagliardo - nascono come un piatto di alta cucina, lavoriamo come gli chef usando la nostra maestria e supportandola con il meglio che la materia prima possa offrire. Alla base di Gagliardo Bitter Radicale c'è l'alcool prodotto dalla distillazione della frutta, molto più profumato e delicato al palato. Le botaniche utilizzate comprendono china, rabarbaro, pepe di Sichuan, liquirizia e cascarilla messicana, mentre la nota predominante è quella della radice di genziana che conferisce quella cifra amaricante che contraddistingue questo bitter".


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog