Magazine Cucina

Gateau Basque e la mente vola alle vacanze!

Da Fairyskull @InCucinaconMe

Gateau basque

Fa caldo, fa molto caldo, sono nata il 7 Luglio, ho sempre amato il caldo, sono una di quelle persone che odia l’inverno (camino a parte) e mettersi strati e strati di maglie per restare caldi, però ora fa davvero troppo caldo! tanto da farmi desiderare la pioggia soprattutto per la natura, i miei animali e i miei campi.

Deliri a parte, ieri sera mi ero messa in mente di preparare questa gateau basque dopo aver visto su Pinterest la foto di questo meraviglioso dolce. Considerando che alle sette c’erano ancora 33 gradi, non era di sicuro il momento ideale per preparare la base, una frolla molto burrosa, tanto che le due ore di raffreddamento in frigo non sono assolutamente bastate e mi ci è voluta tutta la notte!

Così questa mattina prima di andare a lavoro e con il poco fresco che ci poteva essere alle sette mi sono messa a stendere la pasta, l’ho riempita con la crema e ho completato il dolce con la cottura.

Farà caldo ma se c’è da accendere il forno si accende, specie per un dolce come questo, profumato, friabile e con un morbido ripieno cremoso. Evviva i golosi!!!

La ricetta di questa frolla arricchita dalla farina di mandorle di per se è semplice, bisogna solo avere l’accortezza di lavorarla velocemente magari aiutandosi con la carta da forno, perché specie ora tende a diventare molla in un attimo ma per il risultato finale si può fare di tribolare un pò. Per le mandorle io non uso mai la farina già pronta in commercio, le macino direttamente con un mixer fino a ridurle in polvere, in questo caso non le ho neanche sbucciate, la volevo “grezza”.

La crema pasticcera che fa da ripieno è semplice ma ricca, bella soda e profumata con un pò di rum o come nel mio caso con il liquore alle nespole fatto in casa.

Gateau Basque e la mente vola alle vacanze!
Gateau Basque e la mente vola alle vacanze!

Questa torta di origini francesi seppur dolce tipico basco, pare sia nata a Cambo les Bains in Aquitania, un’altra regione della Francia che mi manca da visitare, chissà che non sarà questo il terzo anno di viaggio in questa meravigliosa repubblica, dopo la Normandia e la Provenza.

E così, in un attimo con un dolce in forno è vacanza!

La ricetta è quella di La ciliegina sulla torta, seppur preparata con i miei soliti ingredienti, farina zero, zucchero di canna etc etc…

Ingredienti per la base della gateau basque:

  • 225g farina 0
  • 175g burro
  • 125g zucchero di canna
  • 85g mandorle macinate a farina
  • un uovo piccolissimo (o mezzo uovo sbattuto)
  • un tuorlo
  • buccia di limone grattugiata q.b.
  • un pizzico di sale

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 500g latte intero
  • 120g zucchero di canna
  • 40g amido di mais
  • 4 tuorli
  • mezza bacca di vaniglia
  • 4 cucchiai di rum (o liquore a piacere)

Servirà inoltre:

  • un uovo sbattuto per spennellare la superficie prima della cottura, si può usare eventualmente il mezzo avanzato dalla preparazione della base.

Per prima cosa preparare la base…

Con le fruste mescolare il burro morbido con lo zucchero, la farina di mandorle e la buccia di limone tanto quanto basta a profumare il tutto.

Unire l’uovo e il tuorlo e amalgamare bene.

Aggiungere la farina precedentemente setacciata e un pizzico di sale, impastare fino a formare un panetto che risulterà molto morbido. Avvolgerlo in carta da forno e fare riposare in frigo per almeno due ore anche se io consiglio tutta la notte, per lo meno di questo periodo.

Gateau Basque e la mente vola alle vacanze!
Gateau Basque e la mente vola alle vacanze!

Nel frattempo preparare la crema pasticcera.

In un pentolino portare a bollore il latte con la bacca di vaniglia divisa a metà. Spegnere e lasciare in infusione la bacca per almeno mezz’ora.

Mescolare i tuorli con lo zucchero, unire anche l’amido di mais precedentemente setacciato e mescolare ancora fino a quando è ben amalgamato.

Mettere sul fuoco ed aggiungere mano a mano il latte, mescolando con una frusta. Portare a cottura continuando a mescolare onde evitare di formare grumi.

Una volta pronta versare in una ciotola di vetro, mescolare ancora ed aggiungere il liquore, fare raffreddare completamente.

A questo punto prendere la pasta e dividerla in due parti, una leggermente più grande.

Stendere la più grande (io l’ho fatto su della carta da forno spolverata di farina) nello spessore di circa mezzo centimetro, disporre in un cerchio da forno da circa 22 centimetri o in una teglia meglio se apribile, salendo anche sui bordi di circa 2 centimetri. Bucherellare con una forchetta il fondo

Versare la crema e livellarla bene, ricoprire con il secondo pezzo di pasta tirato fino ad ottenere la dimensione del cerchio (o della teglia) rifilare i bordi e premerli leggermente.

Spennellare tutta la superficie con l’uovo sbattuto e decorare con uno stuzzicadenti con motivi a piacere.

Cuocere in forno caldo a 180° per circa 30 minuti o comunque fino a quando la torta sarà ben dorata anche sui bordi.

Sfornare e fare raffreddare.

Questo dolce pare abbia una lunga conservazione anche fuori frigo, tipo 8 giorni ma io con questo caldo lo tengo al fresco, fidarsi è bene ma non fidarsi è meglio! La pasta si ammorbidisce leggermente, il ripieno invece resta fresco e sempre cremoso anche il giorno dopo.

Bè, più che sognare le vacanze orami è quasi ora di partire…

Buone ferie a me e a chi le deve ancora fare! ;-)


Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog