Magazine Cultura

GEAB N. 61 - Crisi sistemica globale - 2012: La grande oscillazione geopolitica mondiale

Creato il 19 gennaio 2012 da Nuoviocchi @nuoviocchi
Avevamo definito il 2011 come "l'anno impietoso", poiché stavano per essere frantumate le illusioni di quanti pensavano che la crisi fosse sotto controllo, e che sarebbero potuti tornare ai loro "accordi privati", come in passato. Ed il 2011 è stato in effetti un anno spietato per molti leaders politici, per il settore finanziario, per gli investitori, per i debiti occidentali, per la crescita mondiale, per l'economia americana e per l'assenza di governance in Eurolandia. Coloro che si credevano intoccabili od inamovibili hanno improvvisamente scoperto che la crisi ha salvato niente e nessuno. Questa tendenza proseguirà naturalmente nel 2012, poiché la crisi non rispetta certo le cadenze del calendario gregoriano. Gli ultimi "intoccabili" ne faranno esperienza: gli Stati Uniti, il Regno Unito, il Dollaro, i T-Bonds, i leaders russi e cinesi, ...  Ma nel 2012, soprattutto nella sua seconda metà, ci sarà l’affermazione di quelle forze e di quei soggetti che permetterà l’inizio della ricostruzione, nel 2013 e negli anni seguenti, di un nuovo sistema mondiale corrispondente alle aspettative ed alle lotte di potere del XXI secolo, e non più a quelle della metà del secolo precedente. Ed allora il 2012 sarà anche l'anno della grande oscillazione tra il mondo di ieri e quello di domani. Un anno di transizione, che mescolerà il peggio con il meglio. Ma così facendo, tuttavia, esso costituirà per il nostro team il primo anno costruttivo a partire dal 2006 (leggi tutto su Ilporticodipinto)

Potrebbero interessarti anche :

Ritornare alla prima pagina di Logo Paperblog

Possono interessarti anche questi articoli :

  • La crisi economica in soldoni

    Di Gianni Pardo il 22 ottobre | ore 08 : 14 AM Stratfor pubblica uno schemino (una trentina di parole, forse con sottile intento umoristico) da cui risulta... Leggere il seguito

    Da  Dailyblog.it
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • La crisi delle democrazie occidentali

    crisi delle democrazie occidentali

    Credo che ormai non ci siano più scuse o paraventi dietro i quali si possa nascondere la verità sulle cause reali della crisi economica è finanziaria che da... Leggere il seguito

    Da  Dagored
    OPINIONI, POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Ripensare la crisi

    Ripensare crisi

    Piuttosto dovremmo vedere la crisi come un momento di apparizione della verità. (tengo a sottolineare che piuttosto presuppone un lungo discorso precedente... Leggere il seguito

    Da  Fishcanfly
    ATTUALITÀ, SOCIETÀ
  • Report e la crisi

    Che Report sia uno dei pochi programmi televisivi di qualità presenti in circolazione è cosa nota (credo). Ma la parte sull'attuale crisi finanziaria della... Leggere il seguito

    Da  Prospettivainternazionale
    POLITICA INTERNAZIONALE, SOCIETÀ
  • Risolvere la crisi dal basso

    Il premier greco George Papandreou ha abortito la sua idea. Non a caso, dopo aver dichiarato al mondo l'intenzione di indire un referendum, è stato... Leggere il seguito

    Da  Apietrarota
    ATTUALITÀ, INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • L'Italia e la crisi finanziaria

    L'Italia può uscire dalla crisi finanziaria. Questo è quello che ha affermato con grande fermezza Giorgio Napolitano, il nostro presidente della repubblica,... Leggere il seguito

    Da  Apietrarota
    ATTUALITÀ, INFORMAZIONE REGIONALE, SOCIETÀ
  • Crisi

    Crisi

    “Le crisi servono a razionalizzare le irrazionalità del capitalismo; di solito conducono a riconfigurazioni, a nuovi modelli di sviluppo, nuove sfere di... Leggere il seguito

    Da  Francosenia
    OPINIONI, SOCIETÀ

Dossier Paperblog

Magazines